venerdì 7 luglio 2017

Una scuola calcio nata dalla sinergia tra Sambuceto Calcio e San Giovanni Teatino Calcio: questa l’idea alla base della Sambuceto Calcio Academy. Il progetto è stato presentato all’SHotel nella serata di giovedì 6 luglio alla presenza di numerosi cittadini, addetti ai lavori, artefici dell’iniziativa, e del sindaco di San Giovanni Teatino, Luciano Marinucci.
E a tenere a battesimo la nuova “academy” è stato proprio il primo cittadino, con parole eloquenti: «Vorrei fare un grosso in bocca al lupo a tutti, sia ai genitori che al Sambuceto. Se mio figlio volesse fare calcio, lo affiderei tranquillamente nelle mani del Sambuceto Calcio».
E a fare da eco alle parole di Marinucci, sono giunte anche quelle del presidente del sodalizio viola, Sandro Cacciagrano: «Il Sambuceto ha sempre avuto la scuola calcio, quella che presentiamo adesso è solamente una ristrutturazione. Sono solamente cambiati alcuni collaboratori e interpreti, ma la società è sempre quella del Sambuceto Calcio, e sotto questo profilo non cambia nulla. Con il San Giovanni Teatino Calcio stiamo allargando i nostri orizzonti». E sul principale “interesse” legato all’academy viola, il presidente Cacciagrano è stato categorico, così come nel ringraziare uno dei principali artefici del progetto: «A noi interessa la qualità, e soprattutto che i ragazzi stiano bene sia con noi che quando ritornano a casa. Anche per questo ringrazio Stefano Di Russo, che è stato l’ideatore di tutto».
Stefano Di Russo, ossia colui il quale è stato definito l’“ideatore” della Sambuceto Calcio Academy, nonché responsabile organizzativo e amministrativo della academy, si è invece addentrato nei dettagli del nuovo progetto, illustrando tutte le novità, le promozioni, e i vantaggi riservati ai genitori e ai ragazzi che entreranno a far parte della famiglia viola: «Il San Giovanni Teatino Calcio ha sempre collaborato col Sambuceto Calcio, con prestiti dei ragazzi e in altre forme. Siamo nel 2017, e non parliamo più di campanilismo, ma di collaborazione e integrazione. E, nel nostro caso specifico, di integrazione calcistica tra San Giovanni Teatino e Sambuceto nella scuola calcio del Sambuceto. Nel futuro vogliamo che i ragazzi che crescono nel nostro settore giovanile siano lanciati poi nelle relative due prime squadre della nostra città. E i pilastri alla base del nostro progetto sono: famiglia, professionalità, meeting, campus ed eventi».
Sulle “basi” della academy, Di Russo si è ulteriormente soffermato: «La famiglia è al centro del progetto, e il servizio minibus è solamente una delle iniziative per venire incontro alle esigenze delle famiglie. Il minibus sarà attivo dal lunedì al venerdì e nei giorni delle partite e permetterà ai ragazzi di effettuare gli spostamenti da casa al campo e viceversa. Un altro pilastro della Sambuceto Calcio Acade,my è l’aggregazione, ed è in tal senso che verranno organizzati campus, eventi e meeting. Uno degli esempi in tal senso, sarà quello di prendere una palma d’estate in uno stabilimento concordato, tramite la quale i ragazzi potranno andare al mare tutti insieme. Idem per gli eventi in montagna, e il tutto mantenendo prezzi sempre molto modici e accessibili, così come per le promozioni attualmente in atto per le iscrizioni alla scuola calcio e al settore giovanile».
Ed entrando ancora più nello specifico dei due “rami” principali della academy, ossia il settore giovanile e la scuola calcio, Nino Di Carlo è stato designato come nuovo responsabile di quest’ultima: «Per me questo è un ritorno a casa», ha spiegato Di Carlo, «perché proprio a Sambuceto ho iniziato con la scuola calcio. Sambuceto è stata quindi la mia prima società. Ho accettato subito la proposta perché con questa società condivido i sani principi, e il nostro obiettivo primario sarà quello di realizzare una scuola calcio a misura di bambino». Il “ramo” del settore giovanile sarà invece nelle mani di Eddy Farias, neo responsabile tecnico viola: «Condivido tutti i principi e le basi di questa società e dei suoi esponenti, e a livello personale preferisco il rapporto diretto con le persone, quindi posso dire sin da questo momento di essere a completa disposizione di chiunque vorrà avere delle delucidazioni su qualsiasi ambito. Per quanto riguarda il mio ruolo specifico, dai giovanissimi in poi, oltre all’aspetto sociale e di crescita “umana”, che sono e restano parametri fondamentali, bisognerà prendere in considerazione anche l’aspetto tecnico e tattico».
E uno dei possibili “fruitori” futuri dei talenti provenienti dalla Sambuceto Calcio Academy, ossia l’attuale allenatore della prima squadra del Sambuceto in Eccellenza, Alessandro Tatomir, ha dato il suo personale parere sull’iniziativa, ricordando la sua esperienza, e chiosando il tutto con un particolare “augurio”: «Vorrei esprimere la mia assoluta condivisione sul nuovo progetto intrapreso dalla società. Io ho avuto il privilegio di trasformare questa passione per il calcio in professione, ed è stato merito del fatto che, quando ero piccolo, sono stato educato sotto l’aspetto umano e non soltanto tecnico. L’idea per è quella di vedere tra qualche anno la prima squadra del Sambuceto composta dal più alto numero possibile di ragazzi provenienti dalla nostra “cantera”, quindi lavorerò a stretto contatto con Eddy Farias».
Le idee in cantiere, per la Sambuceto Calcio Academy, sono in continuo divenire e, oltre all’ufficializzazione dell’accordo con il Chieti Calcio Femminile, all’orizzonte si prospetta anche un possibile gemellaggio con il Pescara Calcio, così come tante altre novità in divenire. Tra le promozioni già attive ci sono le seguenti offerte:

  • Porta tuo figlio e vedi l’Eccellenza gratis
  • 50 euro di sconto per le iscrizioni alla scuola calcio (entro il 31 luglio)
  • 30 euro di sconto per le iscrizioni al settore giovanile (entro il 31 luglio)
La retta per la scuola calcio per la stagione 2017-18 è di 300 euro (250 euro comprensivi dello sconto di 50 euro), mentre quella per Giovanissimi e Allievi è di 180 euro (150 euro scontato). Previsti inoltre sconti e agevolazioni per l’acquisto dei kit Errea, e in altri ambiti. Per tutte le informazioni, i dettagli, e le iscrizioni, è possibile recarsi alla segreteria della  Cittadella dello Sport (fino al 20 luglio) dal lunedì al venerdì dalle ore 18 alle 19, oppure previo appuntamento telefonico chiamando il numero della segreteria 3661361265.

domenica 18 giugno 2017

Dopo il tris di acquisti annunciato 24 ore fa (Antenucci, Sichetti e Antonacci), il Sambuceto prosegue a gonfie vele nella campagna di rafforzamento dell’organico a disposizione. E gli uomini mercato dei viola “regalano” a mister Alessandro Tatomir altri due tasselli: Tuzi e Arciprete. Per quanto riguarda il primo, Massimiliano Tuzi, classe 1986, è un centrocampista cresciuto nel settore giovanile del Mantova. Nella sua carriera ha militato per ben tre stagione nell’Avezzano in serie D per poi passare al Morolo serie D laziale. Da qui è sbarcato a Civitella Roveto, con la quale ha vinto, al suo primo anno, il campionato di Promozione. Sempre con i rovetani, l'anno successivo è stato tra i protagonisti del grande campionato di Eccellenza disputato. Conclusa la sua esperienza a Civitella Roveto, il mediamo “segue” l’allenatore Iodice e approda a Paterno, conquistando due finali playoff. Passando invece al reparto avanzato, il secondo approdo in viola è quello di Alessandro Arciprete. Nato nel 1996, il giovane Arciprete è un attaccante strutturato che già nella stagione 2015-16 aveva impresso il proprio nome sul tabellino dei marcatori per ben 5 volte (con la maglia dell’Alba Adriatica). Nella scorsa stagione il classe ’96 ha invece giocato nel Paterno prima e poi nel Morro d’Oro (approdando nella compagine teramana nella sessione di dicembre del mercato), realizzando un bottino di 6 reti.
Ai cinque volti nuovi ufficializzati in queste ore, si aggiungono anche le conferme di alcuni dei protagonisti della passata stagione (culminata con il settimo posto in campionato e ben 53 punti conquistati). Ecco qui di seguito l’elenco dei giocatori che anche quest’anno indosseranno la maglia del Sambuceto (in ordine rigorosamente alfabetico):
Barbacane
Beniamino
Camperchioli
Cialini
Conversano
Di Francesco
Gelsi
Postiglione
Prosini
Spinello
Tinari
Infine, oltre alle conferme, rientreranno alla base dai prestiti anche i seguenti calciatori:
Francesco Di Mascio (centrocampista classe 1997) dal Raiano, 4 gol nell’ultima stagione;
Michael Caporale (1995), dal San Giovanni Teatino;
Daniele Crecchia (1998), dal Chieti Torre Alex, dove ha vinto il campionato di Promozione.

venerdì 16 giugno 2017

Parte con un tris la campagna acquisti del Sambuceto in vista del prossimo campionato di Eccellenza 2017-18. Il calciomercato è appena entrato nel vivo e la dirigenza viola ha scelto i primi tasselli per puntellare la rosa a disposizione di mister Tatomir: Antenucci, Sichetti e Antonacci. Un acquisto per reparto quindi per il Sambuceto per cercare confermare quanto di buono fatto durante il campionato scorso. Partendo dal comparto arretrato, alla corte di Tatomir giunge Emidio Antenucci. Classe 1993, Antenucci è un terzino di fascia destra e proviene dal Cupello, squadra nella quale ha ricoperto anche l’importante ruolo di capitano. Cresciuto nelle giovanili del Pescara, il nuovo esterno basso viola vanta trascorsi in Serie D con il San Nicolò (dove ha militato per due anni), e recentemente è stato a Cupello, suo paese d’origine.
L’“affidabilità” di Antenucci è certificata anche dal fatto che quest’anno è stato votato come miglior terzino destro dell’Eccellenza abruzzese. Passando alla zona nevralgica del campo, il nome nuovo è quello di Simone Sichetti. Il centrocampista classe 1990 rappresenta un volto “nuovo” per i viola, ma non per l’attuale allenatore. Con Tatomir, infatti, il giocatore proveniente dall’Acqua&Sapone ha già giocato sia a Miglianico che a Città Sant’Angelo con l’Angolana. Terzo e ultimo colpo del tris di acquisti appena messi a segno dal Sambuceto riguarda infine le “ali”. Da questo momento, infatti, la rosa viola potrà contare sulle prestazioni di Simone Antonacci. L’esterno mancino classe 1992 giunge infatti dall’Alba Adriatica, squadra nella quale è cresciuto calcisticamente. In dote porta i ben 12 gol realizzati lo scorso anno nelle fila dei teramani, contributo importante che ha permesso all’Alba Adriatica di raggiungere la finale playoff.
Anche nella stagione precedente (2015-16) le prestazioni di Antonacci avevano avuto il loro peso specifico notevole in fase realizzativa: l’esterno aveva infatti già raggiunto la doppia cifra nel computo complessivo delle reti segnate.

mercoledì 14 giugno 2017

Il presidente del Sambuceto Calcio, Sandro Cacciagrano ha ricevuto un importante premio a Roma. Il massimo dirigente viola è stato infatti tra i protagonisti della cerimonia delle Benemerenze della Figc tenutasi nella Capitale nello scorso weekend. Il presidente Cacciagrano, sabato 10 giugno, ha ricevuto il premio per i suoi 20 anni di attività come dirigente di una società di calcio. A consegnare il riconoscimento al presidente del Sambuceto, nella lussuosa cornice del Centro Congressi dell’Hilton Rome Airport, Cosimo Sibilia, attuale vice presidente della Figc e presidente della Lnd (Lewga Nazionale Dilettanti). Alla cerimonia di Roma hanno presenziato i massimi esponenti della Federazione, tra i quali anche il presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Carlo Tavecchio. Grande emozione per il “numero 1” viola, che da ben 45 anni si occupa con grande passione e dedizione nel mondo del calcio, nel quale ha ricoperto diversi ruoli, tra cui il più recente di massimo dirigente del sodalizio di San Giovanni Teatino: «Mi fa molto piacere questo riconoscimento, perché calcisticamente sono nato tra Borgo Viola e Sambuceto. Inoltre portare in giro», spiega il presidente Cacciagrano, «e soprattutto a Roma il nome del Sambuceto è motivo d’orgoglio». Negli ultimi 3 anni di presidenza con Sandro Cacciagrano il Sambuceto Calcio ha conquistato una grande vittoria del campionato di Promozione con conseguente salto di categoria in Eccellenza. E, dopo il primo anno nella massima competizione regionale culminato con il ripescaggio, nella stagione appena conclusa i viola hanno chiuso il campionato a quota 53 punti, praticamente a ridosso delle migliori che si sono poi giocate i playoff. Il riconoscimento alle Benemerenze di Roma rappresenta quindi per il presidente e per il Sambuceto una “ciliegina sulla torta” a conclusione di una stagione già ricca di soddisfazioni. Il tutto, in vista già del campionato di Eccellenza 2017-18, che si preannuncia di grande livello, e per il quale i dirigenti viola, dopo la conferma di mister Tatomir, sono già all’opera per costruire una squadra che possa far togliere delle soddisfazioni a tutto l’ambiente sambucetese.

venerdì 12 maggio 2017

La società del Sambuceto Calcio si stringe attorno a Gabriele Liberatore per nel dolore per la perdita del caro papà Antonio. Presidente, dirigenza, staff, allenatore, giocatori e tutti i componenti della famiglia viola si stringono in un grande abbraccio intorno al direttore sportivo del Sambuceto per il grave lutto che lo ha colpito nelle ultime ore. Al ds Gabriele e a tutta la famiglia Liberatore vanno le più sentite condoglianze da parte di tutta l’Asd Sambuceto Calcio.
I funerali di Antonio Liberatore si svolgeranno domani, sabato 13 maggio, alle ore 11 nella chiesa di San Marco a Pescara.

venerdì 24 marzo 2017

Fiocco azzurro in casa viola. Tiziano Beniamino e sua moglie Lucyana sono diventati genitori per la seconda volta.
Oggi, 24 marzo, è nato infatti Mattia, secondogenito della coppia.
Alle soddisfazioni raccolte durante questa stagione da capitano alla Cittadella dello Sport nel campionato di Eccellenza, si aggiunge quindi una nuova grande soddisfazione nella vita per Tiziano.
Al capitano Beniamino e alla sua dolce metà un grande augurio da parte di tutta la “famiglia” del Sambuceto Calcio.
Società, dirigenti, staff e squadra danno un immenso benvenuto al piccolo Mattia, nuovo piccolo tifoso viola a partire da oggi.

lunedì 6 marzo 2017

Il Sambuceto supera il Morro d’Oro e sfonda la soglia dei 40 punti in graduatoria, ipotecando in maniera quasi definitiva il primo obiettivo stagionale, ossia quello della salvezza. Nardone, con una doppietta personale porta i viola a 41 punti dopo un primo tempo giocato in maniera equilibrata dalle due formazioni.
Nella prima frazione poche le azioni degne di nota, con le squadre che si annullano a vicenda e con la partita che scivola via senza grandi sussulti fino al 41esimo. A quattro minuti dal duplice fischio, infatti, Camperchioli si incunea in area e serve al centro un assist al bacio per Beniamino. Il capitano sambucetese manca però l’appuntamento col gol e da posizione invitante non riesce a inquadrare lo specchio della porta. Il primo tempo si chiude così con un’occasione ghiotta non finalizzata dai padroni di casa e pertanto con il punteggio a occhiali.
La ripresa si apre invece con un piglio nettamente diverso rispetto ai primi 45 minuti. I ragazzi di Tatomir entrano infatti in campo con un unico obiettivo, ossia quello di puntellare in maniera definitiva la salvezza con diverse giornate di anticipo. È così che, al 49esimo, Maraschio supera un uomo al limite con una finta, e si porta la palla dal destro al sinistro: la sua conclusione di mancino sfiora però il palo alla sinistra di Modesti. Al 54esimo, sul fronte opposto Torbidone ci prova dal limite ma il suo tiro ha lo stesso effetto avuto poco prima per l’attaccante dirimpettaio. Due minuti dopo è invece Cialini a salvare la porta del Sambuceto dopo un’azione confusa con ripetuti tentativi da parte dei biancorossi teramani. Il rischio corso dalle parti di Palena scuote in maniera significativa il Sambuceto, che decide di premere in maniera definitiva sull’acceleratore per portare a casa l’intera posta in palio. E allo scoccare dell’ora di gioco i viola passano: Nardone viene servito da una splendida girata al volo di Maraschio e si invola verso la porta avversaria. Il numero 11 di casa supera il portiere ospite con una finta, e da posizione angolata riesce a insaccare la rete che spacca l’equilibrio del match. Il Morro d’Oro, in svantaggio, cerca di riaffacciarsi dalle parti di Palena, offrendo però il fianco alle ripartenze del Sambuceto. E proprio in una di queste, all’83esimo i padroni di casa raddoppiano. Nardone, a coronamento di una prestazione maiuscola, supera tre avversari e, con un colpo di biliardo, manda la palla in buca d’angolo sul secondo palo, firmando la sua doppietta personale. Risultato in ghiaccio e vittoria meritata per i ragazzi di Tatomir, che giungono al triplice fischio senza ulteriori sussulti. I viola salgono a quota 41 al settimo posto in classifica, mentre il Morro d’Oro resta fermo a quota 27, a -2 dal Miglianico e a +2 dalla coppia Amiternina-Penne.
Qui di seguito il tabellino dell’incontro:

SAMBUCETO CALCIOMORRO D’ORO 2-0

SAMBUCETO CALCIO: Palena, Alberico, Cinquino (5’ st Cialini), Gelsi, Mottola, Conversano, Camperchioli (8’st Tinari), Beniamino (35’ st Liberati), Maraschio, Potacqui, Nardone.
A disposizione: Prosini, Direttore, Barbacane, Di Francesco.
Allenatore: Alessandro Tatomir.

MORRO D’ORO: Modesti, Ciannelli, Cichetti, Colacioppo, Marini, Di Francia, Di Giacinto (16’ st Di Sante), Seca, Arciprete, Torbidone, Recchiuti.
A disposizione: Di Giammateo, Di Michele, Giammarino, Patacchini, Gentile, Mingone.
Allenatore: Domenico D’Eugenio

Arbitro: Paolo Di Carlo di Pescara

Reti: 15’ st e 38’ st Nardone


Ammoniti: Beniamino (S), Colacioppo e Di Giacinto (M)

Sponsor

Powered by Blogger.

Sponsor

Popular Posts