venerdì 12 maggio 2017

La società del Sambuceto Calcio si stringe attorno a Gabriele Liberatore per nel dolore per la perdita del caro papà Antonio. Presidente, dirigenza, staff, allenatore, giocatori e tutti i componenti della famiglia viola si stringono in un grande abbraccio intorno al direttore sportivo del Sambuceto per il grave lutto che lo ha colpito nelle ultime ore. Al ds Gabriele e a tutta la famiglia Liberatore vanno le più sentite condoglianze da parte di tutta l’Asd Sambuceto Calcio.
I funerali di Antonio Liberatore si svolgeranno domani, sabato 13 maggio, alle ore 11 nella chiesa di San Marco a Pescara.

venerdì 24 marzo 2017

Fiocco azzurro in casa viola. Tiziano Beniamino e sua moglie Lucyana sono diventati genitori per la seconda volta.
Oggi, 24 marzo, è nato infatti Mattia, secondogenito della coppia.
Alle soddisfazioni raccolte durante questa stagione da capitano alla Cittadella dello Sport nel campionato di Eccellenza, si aggiunge quindi una nuova grande soddisfazione nella vita per Tiziano.
Al capitano Beniamino e alla sua dolce metà un grande augurio da parte di tutta la “famiglia” del Sambuceto Calcio.
Società, dirigenti, staff e squadra danno un immenso benvenuto al piccolo Mattia, nuovo piccolo tifoso viola a partire da oggi.

lunedì 6 marzo 2017

Il Sambuceto supera il Morro d’Oro e sfonda la soglia dei 40 punti in graduatoria, ipotecando in maniera quasi definitiva il primo obiettivo stagionale, ossia quello della salvezza. Nardone, con una doppietta personale porta i viola a 41 punti dopo un primo tempo giocato in maniera equilibrata dalle due formazioni.
Nella prima frazione poche le azioni degne di nota, con le squadre che si annullano a vicenda e con la partita che scivola via senza grandi sussulti fino al 41esimo. A quattro minuti dal duplice fischio, infatti, Camperchioli si incunea in area e serve al centro un assist al bacio per Beniamino. Il capitano sambucetese manca però l’appuntamento col gol e da posizione invitante non riesce a inquadrare lo specchio della porta. Il primo tempo si chiude così con un’occasione ghiotta non finalizzata dai padroni di casa e pertanto con il punteggio a occhiali.
La ripresa si apre invece con un piglio nettamente diverso rispetto ai primi 45 minuti. I ragazzi di Tatomir entrano infatti in campo con un unico obiettivo, ossia quello di puntellare in maniera definitiva la salvezza con diverse giornate di anticipo. È così che, al 49esimo, Maraschio supera un uomo al limite con una finta, e si porta la palla dal destro al sinistro: la sua conclusione di mancino sfiora però il palo alla sinistra di Modesti. Al 54esimo, sul fronte opposto Torbidone ci prova dal limite ma il suo tiro ha lo stesso effetto avuto poco prima per l’attaccante dirimpettaio. Due minuti dopo è invece Cialini a salvare la porta del Sambuceto dopo un’azione confusa con ripetuti tentativi da parte dei biancorossi teramani. Il rischio corso dalle parti di Palena scuote in maniera significativa il Sambuceto, che decide di premere in maniera definitiva sull’acceleratore per portare a casa l’intera posta in palio. E allo scoccare dell’ora di gioco i viola passano: Nardone viene servito da una splendida girata al volo di Maraschio e si invola verso la porta avversaria. Il numero 11 di casa supera il portiere ospite con una finta, e da posizione angolata riesce a insaccare la rete che spacca l’equilibrio del match. Il Morro d’Oro, in svantaggio, cerca di riaffacciarsi dalle parti di Palena, offrendo però il fianco alle ripartenze del Sambuceto. E proprio in una di queste, all’83esimo i padroni di casa raddoppiano. Nardone, a coronamento di una prestazione maiuscola, supera tre avversari e, con un colpo di biliardo, manda la palla in buca d’angolo sul secondo palo, firmando la sua doppietta personale. Risultato in ghiaccio e vittoria meritata per i ragazzi di Tatomir, che giungono al triplice fischio senza ulteriori sussulti. I viola salgono a quota 41 al settimo posto in classifica, mentre il Morro d’Oro resta fermo a quota 27, a -2 dal Miglianico e a +2 dalla coppia Amiternina-Penne.
Qui di seguito il tabellino dell’incontro:

SAMBUCETO CALCIOMORRO D’ORO 2-0

SAMBUCETO CALCIO: Palena, Alberico, Cinquino (5’ st Cialini), Gelsi, Mottola, Conversano, Camperchioli (8’st Tinari), Beniamino (35’ st Liberati), Maraschio, Potacqui, Nardone.
A disposizione: Prosini, Direttore, Barbacane, Di Francesco.
Allenatore: Alessandro Tatomir.

MORRO D’ORO: Modesti, Ciannelli, Cichetti, Colacioppo, Marini, Di Francia, Di Giacinto (16’ st Di Sante), Seca, Arciprete, Torbidone, Recchiuti.
A disposizione: Di Giammateo, Di Michele, Giammarino, Patacchini, Gentile, Mingone.
Allenatore: Domenico D’Eugenio

Arbitro: Paolo Di Carlo di Pescara

Reti: 15’ st e 38’ st Nardone


Ammoniti: Beniamino (S), Colacioppo e Di Giacinto (M)

lunedì 26 settembre 2016

Sambuceto e Alba Adriatica pareggiano il loro incontro di Eccellenza e il risultato finale rispecchia quasi fedelmente i valori espressi in campo dalle due squadre. Nel primo tempo infatti i teramani mostrano il perché si sono presentati alla Cittadella dello Sport da “capolista” del massimo campionato regionale, mentre nella ripresa i viola di casa dimostrano, in maniera altrettanto chiara, perché sono ancora imbattuti in stagione e perché stazionano in un ottima posizione.
Gli ospiti partono forte e al minuto numero 10 ottengono un penalty per atterramento di Liquori proprio nei pressi del limite dell’area. Dal dischetto si presenta Lazzarini che trafigge Palena con un tiro centrale che vale lo 0 a 1. L’azione dell’Alba Adriatica non si esaurisce, dato che due minuti dopo Palena è chiamato al miracolo sulla linea sugli sviluppi di un colpo di testa avversario dopo un corner dalla destra. I rossoverdi provano a colpire anche in contropiede, ma al 23esimo il cross basso di Lazzarini non viene sfruttato al meglio da Veccia, che spara alto. La prima occasione del Sambuceto si verifica alla mezz’ora, con Cinquino servito da destra che spara a botta sicura ma il suo tiro viene respinto in spaccata da un difensore in corner. Nella prima frazione è però l’Alba Adriatica a tenere in mano il pallino del gioco, e a chiudere meritatamente in vantaggio. Nella ripresa, però, l’inerzia della gara diventa diametralmente opposta, con i ragazzi di Tatomir che salgono in cattedra, e col mister che manda subito in campo parte dell’artiglieria pesante, inserendo Maraschio come nuovo terminale offensivo. Vaccaro e il bomber neo entrato timbrano le prime azioni pericolose dalle parti di Petrini. Il primo al 47esimo si invola a tu per tu col portiere, ma il suo tiro viene respinto in corner, mentre il secondo due minuti dopo gira al volo dal limite con la sfera che termina alta di poco. Al 58esimo azione da moviola, con Vaccaro che viene atterrato in area e tutti i viola reclamano la concessione del rigore, ma il signor D’Amore vede una simulazione dell’attaccante e lo ammonisce. L’appuntamento con il pareggio è però rimandato di soli 2 minuti, poiché Maraschio gira nuovamente al volo su angolo dalla destra e insacca la rete dell’1 a 1.
Al 67esimo è un altro neo entrato nei viola a far scorrere un brivido lungo la schiena di mister Di Serafino. Il giovanissimo viola scuola Pescara si esibisce in un gran tiro a giro dalla sinistra, chiamando Petrini all’intervento prodigioso per togliere la palla dal sette alla sua sinistra. Al 78esimo i padroni di casa restano con un uomo in meno, con Vaccaro che, dopo l’ammonizione rimediata per la presunta simulazione, becca il secondo giallo per un fallo sulla trequarti. L’inferiorità numerica non scalfisce però la veemenza dell’azione del Sambuceto, che un minuto dopo passa addirittura in vantaggio sempre grazie al bomber Maraschio. L’attaccante pugliese capitalizza nuovamente al meglio un cross proveniente dalla destra, schiacciando di testa in rete sul secondo palo per il 2 a 1. Ferita nell’orgoglio, e con il risultato ribaltato, l’Alba Adriaica prova a rifarsi sotto, e a 7 minuti dalla fine è Conversano a salvare i suoi sulla linea. Sul calcio d’angolo susseguente, però, gli adriatici trovano il pareggio con Sacchetti. Una gara scoppiettante si chiude quindi con il punteggio di 2 a 2, con due squadre apparse in un momento di forma smagliante e che mostrano ancora una volta che l’imbattibilità e i punti conquistati fino a questo momento sono ampiamente meritati. Qui di seguito il tabellino dell’incontro:

SAMBUCETO CALCIOALBA ADRIATICA 2-2

SAMBUCETO CALCIO: Palena, Direttore (1’ st Maraschio), Giancristofaro, Beniamino, Cinquino, Conversano, Alberico, Gelsi (29’st Antonini), Vaccaro, Nardone, Barbacane (8 st Tinari).
A disposizione: Prosini, Cialini, Di Francesco, Rossi Finarelli.
Allenatore: Alessandro Tatomir.

ALBA ADRIATICA: Petrini, Tarquini, Calvaresi (36’ st Cerasi), Veccia, Adamoli, Sacchetti, Clementoni, Florimbj, Lazzarini, Liquori (19’ st Fabrizi), Antonacci (26’ st Di Nicola).
A disposizione: Spinelli, Tarquini A., Floglia, Ianni.
Allenatore: Pasqualino Di Serafino

Arbitro: Roberto D’Amore (Sulmona)

Reti: 11’ pt rig Lazzarini (A), 15’ st e 34’ st Maraschio (S), 38’ st Sacchetti (A)

Ammoniti: Giancristofaro e Vaccaro (S), Adamoli (A)


Espulso: Vaccaro (S) per doppia ammonizione

sabato 23 luglio 2016

Raduno ufficiale e inizio della preparazione per la stagione 2016-17 per il Sambuceto Calcio. I ragazzi di mister Tatomir hanno iniziato a lavorare e sudare nel pomeriggio di venerdì 22 luglio alla Cittadella dello Sport. Ma le prime “fatiche” stagionali sono state affrontate con un grande sorriso da parte di tutti, e soprattutto con un’ottima notizia che ha da subito fornito una spinta in più per iniziare la preparazione alla grande: il Sambuceto è stato infatti ufficialmente ripescato in Eccellenza.
Si riparte quindi dal massimo campionato regionale, conquistato con una cavalcata trionfale poco più di un anno fa, e inizialmente perso nella finale playout col Montorio 88. Alla luce di questa lieta notizia, ecco le parole del presidente Sandro Cacciagrano: «La soddisfazione è grande per questo risultato. Penso che sia il giusto premio per una società che lavora tanto, anche al di là dei risultati del campo. Ci aspettavamo il ripescaggio ma non eravamo sicuri, quindi siamo contentissimi di questo esito positivo. L’anno scorso il campo ci ha dato torto, e probabilmente abbiamo pagato la poca esperienza nella categoria. Quest’anno cercheremo di non commettere gli stessi errori».
E la prossima stagione ripartirà con tanti volti nuovi, a partire dal nuovo allenatore, Alessandro Tatomir: «Abbiamo smantellato e rifondato la squadra, chiudendo praticamente un ciclo», spiega il presidente, «credo che abbiamo commesso tutti degli errori. Abbiamo scelto un ottimo mister per guidare la squadra, e il primo obiettivo è che i ragazzi si divertano. Bisogna infatti sempre tener presente che questo è un gioco, e quindi il divertimento deve essere alla base di tutto. Per quanto riguarda gli aspetti prettamente sportivi, quest’anno puntiamo a una salvezza tranquilla, con l’obiettivo di partire da questo spunto per restare tanti anni in Eccellenza. In questo contesto, gli errori e i passi falsi fatti in passato ci serviranno comunque come esperienza».
Infine, il numero uno della società viola chiama in causa direttamente ai sambucetesi e agli amanti di questo sport: «Vorrei rivolgere un appello alla cittadinanza, affinché stia vicina alla squadra. Chiediamo infatti ai tifosi di darci una mano sia a livello fisico che economico, perché l’Eccellenza richiede dei sacrifici. Vogliamo che i nostri sostenitori siano vicini alla squadra e che vengano a seguire le partite, in modo tale da risultare determinanti come apporto così come avvenuto in altre piazze».
Qui di seguito l’elenco dei giocatori convocati per il raduno del Sambuceto:
Palena
Prosini
Baldassarre
Conversano
Cinquino
Direttore
Tonelli
Di Carlo
Alberico
Postiglione
Toracchio
Capitanio
Potaqui
Spinello
Beniamino
Tinari
Barbacane
Di Francesco
Caporale
Sparvoli
Vaccaro
Nardone
Rossi Finarelli
Crecchia
Camperchioli
Fagianini
D’Azzeo
Gialloreto
Abbonizio

giovedì 14 luglio 2016

Sambuceto, Il Sambuceto Calcio celebra un nuovo gradito ritorno: Daniele Vaccaro è infatti ufficialmente un nuovo giocatore viola. L’attaccante torna alla Cittadella dello Sport dopo l’esperienza nello Spoltore, culminata a livello di squadra con la vittoria del campionato di Prima Categoria e l’accesso in Promozione, e a livello personale con il titolo di capocannoniere del girone, con ben 30 reti messe a segno (impreziosite ulteriormente dal fatto che nessuno dei gol è stato realizzato su rigore).
Il Sambuceto riabbraccia quindi quello che può essere definito come un vero e proprio “talismano”. Nelle ultime due stagioni, infatti, Vaccaro ha vinto entrambi i campionati (il primo con la conquista dell’Eccellenza a Sambuceto, e il secondo, appena citato, con lo Spoltore).
«Quando mi hanno contattato i dirigenti del Sambuceto ero molto curioso di affrontare questa nuova esperienza. Al momento non sappiamo ancora se sarà Promozione o Eccellenza, ma spero vivamente che giocheremo nel massimo campionato regionale. Per me sarebbe la prima volta, e quindi spero di partecipare all’Eccellenza con questa grande squadra e questa grande società».
E l’attaccamento dell’attaccante ai colori viola si evince anche dall’entusiasmo con il quale si è tuffato in questo “ritorno” sambucetese: «Sambuceto è una sorta di famiglia per me, ed è come se fossi tornato a casa mia. Per questo motivo voglio ringraziare tutta la dirigenza per avermi dato l’opportunità di tornare, e in particolare il direttore sportivo Gabriele Liberatore che mi ha rivoluto fortemente in viola».
Vaccaro alla Cittadella dello Sport troverà il nuovo allenatore Tatomir: «Ho sentito il mister in questi giorni, anche se non ho mai avuto il piacere di averlo come allenatore. Posso dire però di essere molto motivato e curioso di poter lavorare con lui, perché tutti in giro mi dicono un gran bene di mister Tatomir».

sabato 9 luglio 2016

Sambuceto. A poche ore dal gradito ritorno del bomber Rossi Finarelli e dall’importante conferma di Beniamino, il Sambuceto Calcio ufficializza un nuovo colpo. Questa volta, dopo l’attacco e il centrocampo, a beneficiarne è il comparto difensivo viola, che da oggi può contare sul prezioso apporto di Marco Conversano. Il centrale classe 1987 giunge alla corte di mister Tatomir dal Miglianico.
Alla Cittadella dello Sport arriva quindi un poderoso difensore, che porta in dote i suoi ben 190 centimetri di statura e una buona affinità anche con la rete. Il “vizio del gol”, pur essendo un difensore, ha fruttato ben 5 marcature nella scorsa stagione per Marco Conversano. Il nuovo baluardo della retroguardia sambucetese conosce bene mister Tatomir, pur non avendolo mai avuto come allenatore.
«Mi piaceva il progetto», così spiega il neo acquisto la trattativa che lo ha portato a vestire la maglia del Sambuceto, «e mi hanno fatto davvero una buona impressione tutti, dai dirigenti al mister e anche il presidente in entrambi gli incontri che abbiamo avuto».
E Conversano si mostra anche già carico per questa nuova avventura in viola: «L’auspicio è quello di fare bene il più possibile. So che la squadra che società e staff stanno allestendo è competitiva, e questo mi fa ulteriormente piacere».

Sponsor

Powered by Blogger.

Sponsor

Popular Posts