martedì 21 ottobre 2014

Simone Di Nardo
L’attaccante Di Nardo, a segno contro il Lauretum, svela il perché del suo “secondo ritorno” a Sambuceto: «Mi ha ingolosito e convinto l’ambizioso progetto della società. Possiamo andare lontano».

Domenica a Loreto Aprutino è entrato nel tabellino dei marcatori “aprendo le danze” nel 2 a 0 con il quale la Folgore ha sconfitto il Lauretum a domicilio. Simone Di Nardo, professione attaccante, ha quindi contribuito in maniera diretta alla seconda vittoria esterna consecutiva della squadra di Sambuceto.
Al suo secondo gol in campionato (dopo quello siglato al Castiglione Valfino), il giocatore si sta rivelando, col passare delle giornate, un elemento quasi essenziale nello scacchiere di mister Bianchi, anche per la sua intelligenza tattica e duttilità nell’adattarsi a quasi tutti i ruoli d’attacco (dalla prima alla seconda punta, passando per il trequartista o l’esterno alto): «Inizialmente ho fatto un po’ di fatica perché non ero al meglio a livello fisico – svela Di Nardo – ma negli ultimi tempi ho iniziato a “carburare” e a cercare mettermi in forma per farmi trovare pronto. Ovviamente c’è sempre da migliorare per puntare sempre più in alto, ma credo e spero di aver intrapreso la strada giusta».
Nella stagione in corso l’“avanti” viola è ritornato a vestire per la terza volta la maglia della formazione di Sambuceto, e il fatto di essere tornato per ben 2 volte sul “luogo del delitto” è un chiaro segnale del profondo legame che da sempre lo lega ai colori viola: «La serietà dei presidenti che si sono succeduti nel corso del tempo, così come quella dell’intera dirigenza, sono alla base del profondo affetto che da sempre nutro nei confronti della Folgore. In più – aggiunge l’attaccante – quest’anno mi ha “ingolosito” e convinto a tornare l’importante e ambizioso progetto che la società aveva in mente».
La “scelta” fatta da Di Nardo a inizio stagione, dopo sette turni di campionato, pare aver iniziato a dare i suoi frutti: «Secondo me quest’anno possiamo andare lontano, e questo perché possiamo contare, tra l’altro, su una difesa fortissima  che prende pochissimi gol. In più, e questa credo che sia la peculiarità più importante, – ci tiene a sottolineare l’ex Flacco Porto – abbiamo un gruppo davvero fantastico, composto da grandi uomini oltre che ottimi giocatori. Poi, ovviamente, saranno solamente il campo e gli risultati a darci ragione o torto, ma io ci credo davvero tanto in questo gruppo».
Nel girone B di Promozione, almeno fino a questo momento, nessuna squadra pare aver preso il largo, anche se Di Nardo è pronto a svelare i nomi delle favorite per la vittoria finale: «Per me il Passo Cordone, la Val di Sangro e la Virtus Ortona sono le principali squadre da battere, anche se non bisogna dimenticare che ci siamo anche noi della Folgore, e altre compagini che stanno facendo bene e che potrebbero rappresentare delle “sorprese”».
Tra le squadre che stanno sicuramente disputando un buon campionato figura anche il Castello 2000, formazione che al momento sta condividendo la terza piazza in graduatoria proprio con la Folgore a quota 13 punti, e che nel prossimo weekend farà visita proprio ai viola alla Cittadella dello Sport di Sambuceto: «Si tratta senza dubbio di una squadra ostica, che sta facendo molto bene quest’anno. Mi aspetto quindi una partita difficile  e che in qualche modo ci potrà dire dove possiamo effettivamente andare. Si tratterà di una sorta di test – conclude Di Nardo – per valutare le nostre effettive ambizioni, anche se non bisogna dimenticare che siamo solamente all’ottava giornata, e che quindi il campionato è ancora molto lungo».

0 commenti:

Posta un commento

Sponsor

Powered by Blogger.

Sponsor

Popular Posts