domenica 21 dicembre 2014

FOLGORE SAMBUCETO: D’Ettorre, Corneli, Di Bartolomeo, Di Martile, Briosci, Silvaggi, Serafini (dal 14' st Fedele), Montagna (dal 30' st Spadaccini), Bucceroni, Di Nardo (dal 6' st Argento), Vaccaro. A disposizione: Segalotti, Alfini, Di Rito, Moscardino. Allenatore: Franco Bianchi.

VIRTUS ORTONA: Vaccarini, Vedilei, Pantalone, D'Alesio (dal 29' st Fusella), Spoltore, Lieti, Scioletti, Granata (dal 23' st Grossi), Traorè. Maccarone (dal 1' st Luciani), Ndiaye. A disposizione: Doghieri, Carrieri, Paolini, Di Muzio. Allenatore: Sanguedolce

Arbitro: Matteo D'Orazio di Teramo
Reti: 21' pt Bucceroni
Ammoniti: Vaccaro e D'Ettorre (FS), Spoltore (VO)

La Folgore mette l'ultima "pallina" sull'albero di Natale e può avviarsi verso le festività nel migliore dei modi, guardando la classifica dalla vetta (insieme alla Val di Sangro). Gioia doppia per gli uomini di Bianchi, che riescono non solo a mantenere il primo posto agganciato domenica scorsa, ma anche perché la squadra di Sambuceto riesce ad avere la meglio della Virtus Ortona, squadra sicuramente ben messa in campo e tra le migliori del girone.
Nei primi 20 minuti di gioco le due squadre si studiano prevalentemente a centrocampo, ma sono gli ospiti a dimostrare di essere una delle compagini più in forma della categoria, riuscendo a tenere testa in trasferta alla Folgore. Al quattordicesimo, infatti, è Traorè a trovarsi a tu per tu con D'Ettorre sugli sviluppi di una punizione rasoterra calciata da D'Alesio: il suo tiro, però, trova la splendida risposta d'istinto del portiere, che riesce a deviare in angolo sventando così la prima vera minaccia del match.
Al minuto 21, però, i viola aprono il manuale del calcio, ne copiano e incollano sul terreno di gioco una pagina, e passano in vantaggio. Di Nardo prende infatti palla dalla propria trequarti e si invola sulla fascia sinistra. Dopo aver messo a sedere un avversario il giocatore della Folgore prosegue la sua galoppata fino al fondo. Un'occhiata rapida al centro e lo stesso Di Nardo pennella un cross perfetto per l'accorrente Bucceroni. L'arcobaleno disegnato dall'ex Delfino Flacco Porto viene sfruttato nel migliore dei modi dal neo acquisto viola, che di piatto e al volo, trafigge con una bellissima conclusione l'incolpevole Vaccarini per l'1 a 0.
La reazione della formazione ortonese giunge 5 minuti dopo con il temuto ex Ndiaye, che stoppa e tira al volo in area, ma la sua conclusione termina alta.
Al 32esimo la Folgore sfiora il raddoppio con Vaccaro: l'attaccante di Sambuceto, dopo aver chiuso un triangolo con Bucceroni, lascia partire un rasoterra incrociato dalla sinistra, che sibila letteralmente sul secondo palo e si spegne sul fondo. Prima del duplice fischio i padroni di casa hanno un'altra opportunità con un ispirato Bucceroni, che scaglia un bel tiro dal limite, ma la sfera si spegne di poco sopra alla traversa.
La seconda frazione si apre con mister Sanguedolce che getta nella mischia Luciani in luogo di Maccarone, e con gli ospiti che cercano di spingere sull'acceleratore alla ricerca del gol del pari.
L'occasione per i gialloverdi capita a tre quarti di gara sempre sui piedi di Ibra Ndiaye: l'ex "freccia" della Folgore si invola sulla sinistra, entra in area e spara un diagonale che colpisce l'esterno della rete, dando solamente l'illusione del gol ai presenti. Pochi minuti dopo nessun attaccante ospite riesce a giungere all'appuntamento con la deviazione vincente su un buon cross dalla destra di Vedilei.
La migliore occasione del match per il possibile pareggio della Virtus Ortona avviene al minuto numero 72. Ndiaye prova infatti la spaccata vincente dall'interno dell'area piccola, ma il suo colpo a botta sicura deve fare i conti col numero 1 della Folgore, il quale con un riflesso felino riesce, così come aveva fatto nei primi minuti su Traorè, a mantenere la propria porta inviolata.
Nell'azione successiva è invece Argento, neo acquisto e neo entrato nelle file dei padroni di casa, a trovarsi al centro dell'area ortonese con la palla tra i piedi. L'esterno alto riesce con un guizzo a girarsi e a eludere l'intervento del difensore avversario. Dopo essersi smarcato, lo stesso prova quindi la conclusione in porta, ma carica troppo il suo destro, e il tiro del possibile 2 a 0 esce alto sulla traversa della porta di Vaccarini. Nella girandola dei cambi da parte di entrambi gli allenatori, c'è anche il tempo di vedere Fusella (ex proprio della Folgore fino allo scorso mese) con la nuova casacca gialloverde. Gli ospiti provano disperatamente a raddrizzare le sorti del match, ma quasi puntualmente vanno a sbattere contro il muro eretto da un incredibile Di Martile a centrocampo, anche quest'oggi uomo ovunque sia in fase di copertura che di impostazione.
La partita si conclude quindi, dopo ben 5 minuti di recupero, con la vittoria dei padroni di casa per 1 a 0. Mister Bianchi e la sua truppa riescono quindi a concludere il 2014 da primi in classifica e soprattutto da unica formazione imbattuta del girone, e a ottenere i tre punti al cospetto di una temibile Virtus Ortona, non più di 8 giorni fa "giustiziere" dell'altra capolista, la Val di Sangro.
























0 commenti:

Posta un commento

Sponsor

Powered by Blogger.

Sponsor

Popular Posts