mercoledì 2 dicembre 2015

Cambio alla guida tecnica della Juniores del Sambuceto Calcio: il nuovo allenatore della juniores d’elite viola è Massimo Tortora.
Il neo mister sostituisce Guerino Belli, dimessosi all’indomani della partita giocata contro i pari età de Il Delfino Flacco Porto.
All’origine dell’abbandono di mister Belli, che la società viola ringrazia per il lavoro svolto, motivi di natura personale. Al suo posto, come accennato, Massimo Tortora.
 Per il neo tecnico della Juniores si tratta di un ritorno sulla panchina sambucetese. Tortora ha infatti guidato i ragazzi del sodalizio viola fino alla scorsa estate, oltre a ricoprire il ruolo di allenatore in seconda della prima squadra nella cavalcata trionfale in Promozione coronata dal ritorno in Eccellenza.
 La società viola è quindi felice di riabbracciare l’allenatore e desidera fare a mister Tortora un grande in bocca al lupo per il cammino intrapreso nuovamente insieme.

lunedì 30 novembre 2015

Un cinico Paterno riesce a espugnare la Cittadella dello Sport e a battere il Sambuceto nella 14esima giornata del campionato di Eccellenza. La capolista, cinica e spietata, colpisce due volte e centra il bersaglio grosso, interrompendo la miniserie positiva dei viola reduci da due vittorie consecutive.
La prima occasione del match è di marca ospite, e porta la firma di Carosone: il suo rasoterra viene però ottimamente respinto da D'Ettorre in uscita bassa. Al 20esimo il portiere di casa si ripete deviando in angolo un'insidiosa conclusione di Albertazzi. Al 23esimo Silvaggi, colpito da Carosone, sanguina copiosamente da una tempia ed è costretto a lasciare il campo per alcuni minuti, mentre l'arbitro mostra il cartellino giallo al numero 9 dei nerazzurri.
Cinque minuti dopo il Paterno sblocca il risultato approfittando di un errore della difesa del Sambuceto: Gabrieli capitalizza al massimo una palla da spingere solamente dentro a pochi passi dalla linea di porta sugli sviluppi di un corner e porta in vantaggio i suoi. La partita, fino a quel momento avara di vere emozioni, si "sveglia" improvvisamente, e sono i padroni di casa a sfiorare il pareggio in due occasioni prima del riposo. Nella prima, Ciampoli pennella un cross dalla destra per la testa di Petito il quale si tuffa ma non inquadra la porta. A un minuto dalla fine della prima frazione è Rossi Finarelli, servito da Alberico a girarsi in area e a tirare, chiamando al miracolo Di Girolamo: il portiere ospite risulta prodigioso nel deviare in angolo la sfera indirizzata all'angolino basso alla sua sinistra.
Nella seconda frazione il Sambuceto appare più pimpante alla ricerca del pareggio, ma nel momento di massimo sforzo subisce la seconda rete della capolista: Carosone trasforma nel 2 a 0 un cross rasoterra proveniente dalla sinistra. La seconda rete, giunta sulla seconda vera palla gol avuta dai marsicani, taglia letteralmente le gambe ai padroni di casa, che provano a raddrizzare le sorti del match ma con poca fortuna e lucidità. La capolista Paterno mostra così uno dei motivi per i quali si trova in vetta, ossia la capacità di capitalizzare al meglio le occasioni avute anche in una partita non particolarmente brillante. Per il Sambuceto, invece, una prova leggermente più opaca rispetto alle precedenti prestazioni, condita però anche da alcune defezioni importanti, tra le quali quella del capitano Briosci e del centrocampista Battista, appiedato dal giudice sportivo per le ammonizioni cumulate. I viola non sono riusciti quindi nell'impresa di "omaggiare" le vecchie glorie del calcio sambucetese degli anni Sessanta giunti a far visita alla squadra proprio in occasione del match odierno.
Qui di seguito il tabellino dell'incontro:

SAMBUCETO CALCIOPATERNO 0-2

SAMBUCETO CALCIO: D'Ettorre, Alberico Sablone, Ciuffetti (7' st Corneli), Silvaggi, Berardocco, Ciampoli, Zaccagnini, Rossi Finarelli (14' st De Rentiis), Di Nardo, Petito (1' st Bucceroni).
A disposizione: D'Azzeo, Ursini, Di Rito, Spadaccini.
Allenatore: Gennaro Grillo.

PATERNO: Di Girolamo, Iaboni, Amore, Tuzi, Gabrieli, D'Amico, Santucci, Albertazzi (25' st Ciurlia), Carosone (29' st Pendenza), Catalli (38' st Di Stefano), Miccichè.
A disposizione: Vergari, Cordischi, Liberati, Stornelli.
Allenatore: Fabio Iodice

Arbitro: Paolo Armando Mulas (Sassari)

Reti: 28' pt Gabrieli, 7' st Carosone

Ammoniti: D'Ettorre, Silvaggi, Rossi Finarelli, Di Nardo (S), Gabrieli, Santucci, Carosone

domenica 15 novembre 2015

Una grande prova di carattere e l'esecuzione della "legge" della "BucceZona" permettono al Sambuceto di tornare alla vittoria in Eccellenza contro il 2000 Calcio Acqua&Sapone, in una partita all'ultimo respiro. I padroni di casa partono a razzo e dopo soli 3 giri di lancette il neo acquisto D'Ettorre si esibisce in una delle specialità della casa, l'assist, servendo Di Nardo al limite dell'area. L'attaccante prova a tirare, ma sul rimpallo il più lesto ad arrivare è Rossi Finarelli, il quale insacca per l'1 a 0.
Sembra il preludio per una facile vittoria, ma in realtà l'Acqua&Sapone mostra un piglio ben diverso dalla propria classifica deficitaria, e cerca di affacciarsi in attacco in particolare con un ispirato Musto. Anche i padroni di casa ci provano in diverse occasioni, tra le quali spicca un coast to coast di Alberico con conclusione bloccata da D'Amico. La prima frazione si chiude così con i viola in vantaggio per una rete.
Al rientro dagli spogliatoi è Petito a mettere la propria firma sul tabellino dei marcatori, con uno stop e tiro al volo sul quale non può nulla nemmeno un tentativo disperato di un difensore ospite.
Il 2 a 0 non incanala però la sfida nella direzione sambucetese, poiché i verdeoro ospiti, grazie a un doppio penalty, pervengono al pareggio. Al sesto minuto della ripresa Colantoni viene atterrato in area e, sul conseguente tiro dal dischetto, Del Gallo dimezza lo svantaggio degli ospiti. Al 77esimo è invece Corneli a stendere un giocatore dell'Acqua&Sapone: il direttore di gara Riccardo Marino dell'Aquila indica il dischetto per la seconda volta e sventola il rosso davanti all'esterno basso del Sambuceto. Dagli undici metri Del Gallo realizza la doppietta personale e riporta il punteggio in parità. Ancora una volta in inferiorità numerica, e sul 2 a 2, i ragazzi di Grillo tirano fuori il carattere che li sta contraddistinguendo in questo campionato e si apprestano a celebrare nuovamente la BucceZona. A tre minuti dal termine, infatti, il neo entrato Bucceroni se ne infischia dei "dettami" di Paganini e, a due settimane di distanza concede il bis nei minuti finali. All'87esimo, ottimamente servito da Di Nardo, l'attaccante viola si invola a tu per tu con il portiere ospite e lo fredda scolpendo il punteggio sul 3 a 2 finale. Il Sambuceto può così festeggiare il ritorno alla vittoria dopo ben sette turni di attesa, una vittoria fortemente voluta fino al triplice fischio nonostante l'inferiorità numerica. Sul fronte opposto, l'Acqua&Sapone torna a Montesilvano senza alcun punto, ma con la consapevolezza che la propria classifica attuale probabilmente non rispecchia appieno i valori espressi in campo.
Qui di seguito il tabellino dell'incontro:

SAMBUCETO CALCIO2000 CALCIO ACQUA&SAPONE -

SAMBUCETO CALCIO: D'Ettorre, Corneli, Alberico Battista, Silvaggi, Berardocco, Ciampoli (dal 23 st Spadaccini), Ciuffetti (dal 34 st Di Rito), Rossi Finarelli (19' st Bucceroni), Di Nardo, Petito.
A disposizione: D'Azzeo, Ursini, Zaccagnini, Camperchioli.
Allenatore: Gennaro Grillo.

2000 CALCIO ACQUA&SAPONE: D'Amico, Di Donato, Di Biase (43' pt Erasmi), Minutolo (7' st Corti), Buonafortuna, Piccioni, Musto, Colantoni, Del Gallo, Marrone, Palumbo (7' st Planamente).
A disposizione:Angelosante, Guardiani, Maiorani, Bardhi.
Allenatore: Giuseppe Naccarella

Arbitro: Riccardo Marino (L'Aquila); Marziani (Teramo) - Dell'Arciprete (Vasto)

Reti: 3' pt Rossi Finarelli (S), 4' st Petito (S), 6' st rig. e 32' st rig. Del Gallo (A&S), 42' st Bucceroni (S)

Ammoniti: Alberico e Ciampoli (S), Musto e Marrone (A&S)

Espulsi: Corneli per fallo in chiara azione da rete

domenica 1 novembre 2015

Il cuore oltre l'ostacolo: il Sambuceto mostra un carattere encomiabile e riesce ad acciuffare, pochi istanti prima del triplice fischio, il meritato pareggio contro il Cupello. Gli uomini di Grillo, per ben tre volte in svantaggio, e in inferiorità numerica, ottengono un punto al termine di una sfida ricca di emozioni. La squadra di Grillo, orfana del capitano Briosci infortunato, subisce il gol a freddo, dopo una manciata di minuti, da parte di D'Antonio. Il numero 7 ospite triangola in area con Zeytulayev e riesce a trafiggere Palena portando i suoi in vantaggio. La reazione dei viola è però veemente, e viene premiata esattamente 3 minuti dopo lo svantaggio; il cross di Di Nardo dalla sinistra trova Sablone pronto: il difensore prende la mira e piazza la palla sul secondo palo, fissando il punteggio sull'1 a 1. I padroni di casa provano allora a sfondare: al 30esimo Ciampoli lascia partire un ottimo traversone dalla destra ma Petito, per una questione di centimetri, non riesce ad arrivare alla deviazione vincente. Al 37esimo è Rossi Finarelli a girare di testa fuori un cross di Alberico. Due minuti dopo, seconda doccia fredda per il Sambuceto sempre a opera di D'Antonio, che riceve una palla dal fondo e riesce a insaccare per la seconda volta la porta avversaria da pochi metri. I padroni di casa, feriti nuovamente nell'orgoglio, si riportano a testa bassa nella metà campo ospite e, prima del duplice fischio dell'arbitro, trovano nuovamente il pareggio. A siglarlo è Petito, che alla seconda opportunità riesce a trasformare in oro un arcobaleno dalla fascia destra disegnato ancora una volta da Ciampoli. La zampata del numero 11 viola vale il 2 a 2 con il quale si chiude la prima frazione.
Nonostante i "fuochi pirotecnici" del primo tempo, nella ripresa il Sambuceto appare ancora più motivato alla ricerca dell'intera posta in palio. I ragazzi di Grillo ci provano ripetutamente sin dai primi minuti. All'ottavo della seconda frazione uno scatenato Ciampoli mette a sedere un avversario in area e serve sul secondo palo un cioccolatino per Rossi Finarelli. L'inzuccata dell'attaccante viola bacia però la base esterna del palo e si spegne fuori. Poco dopo è Di Nardo, servito dal neo entrato Bucceroni, a stoppare di destro e tirare di sinistro con la palla che esce di poco a lato alla destra di Tascione.
Nel momento del massimo sforzo per la formazione sambucetese giunge la terza "mazzata" psicologica di giornata da parte del Cupello. D'Antonio, il migliore dei suoi, si intrufola in area e cerca di aggirare Palena che lo stende nel tentativo di sottrargli il pallone. Per il direttore di gara, l'aquilano Valerio Pezzopane, non ci sono dubbi: calcio di rigore e rosso al portiere per la chiara occasione da rete. Dal dischetto si presenta Avvantaggiato, che trafigge il neo entrato De Melis, il quale riesce solamente a sfiorare la conclusione angolata alla sua destra. Con il terzo vantaggio del Cupello e l'uomo in più in campo, la partita pare quindi definitivamente indirizzata, ma gli ospiti devono fare ancora i conti con il carattere e la determinazione della squadra di Grillo. Sull'ultima punizione del match, infatti, Bucceroni, da poco ammonito per proteste, si presenta sulla sfera piazzata al limite dell'area. Il pubblico di casa trattiene il fiato per qualche istante, giusto il tempo di vedere la sfera scavalcare la barriera e insaccarsi alla destra di Tascione per il 3 a 3. Incontenibile la gioia dell'attaccante tornato a Sambuceto dopo la brillante stagione precedente e di tutti i suoi compagni. Nell'esultanza, Bucceroni sale anche sulla rete di protezione attorno al terreno di gioco per condividere la gioia del pareggio, e l'arbitro, fiscalissimo, gli sventola davanti agli occhi il secondo giallo. Non c'è più tempo però per alcuna azione, e la partita si chiude con un pareggio più che meritato da parte dei padroni di casa, ma raggiunto solamente nell'ultimo squillo del match. Qui di seguito il tabellino dell'incontro:

SAMBUCETO CALCIOCUPELLO 3-3

SAMBUCETO CALCIO: Palena, Alberico, Ursini (17' st Corneli), Sablone, Silvaggi, Battista, Ciampoli, Ciuffetti, Rossi Finarelli (19' st Bucceroni), Di Nardo (33' st De Melis), Petito.
A disposizione: Di Rito, Berardocco, Di Martile, Spadaccini.
Allenatore: Gennaro Grillo.

CUPELLO: Tascione, Antenucci, Nannini, Tucci, Martelli, Del Bonifro (19' st Maio, 47' st Persichitti), D'Antonio, Quintiliani, Zeytulayev (43' st Marchioli), Avvantaggiato, Berardi.
A disposizione: Marconato, Fiore, Monachetti, Bruno.
Allenatore: Di Francesco

Arbitro: Valerio Pezzopane (L'Aquila)

Reti: 18' e 39' pt D'Antonio (C), 21' pt Sablone (S), 45 pt Petito (S), 35' st rig. Avvantaggiato (C), 48' st Bucceroni (S).

Ammoniti: Sablone e Bucceroni (S), Antenucci e Quintiliani (C)

Espulsi: Palena (S) per fallo da ultimo uomo e Bucceroni (S) per doppia ammonizione

martedì 20 ottobre 2015

Partita scoppiettante e dai mille colpi di scena quella tra Sambuceto e Pineto. I viola, in formazione molto rimaneggiata, escono sconfitti ma a testa alta contro una delle corazzate dell'Eccellenza. I volenterosi ragazzi di mister Grillo escono sconfitti ma con il grande rammarico di non aver raccolto nessun punto nonostante le due volte in vantaggio. L'incontro si apre infatti nel migliore dei modi per i padroni di casa, che al 14esimo passano in vantaggio con Di Nardo, che sfrutta al meglio un assist al bacio di Petito a tagliare in due la difesa ospite, e deposita in rete dopo aver superato in velocità il portiere teramano. Al minuto 21 sono però gli ospiti a pervenire al pareggio su un'azione molto discussa: il grande ex di turno, Ibra Ndiaye vince un rimpallo contro Silvaggi e, probabilmente toccando anche la sfera con un braccio, si trova a tu per tu con De Melis e riesce a superarlo per l a 1 parziale. L'azione scatena le vibranti proteste dei viola, ma il direttore di gara, il signor D'Eusanio di Faenza, non ravvede alcuna irregolarità e convalida la rete. Feriti nell'orgoglio, gli uomini di Grillo rialzano la testa e, dopo la staffilata di Berardocco da fuori area che chiama al grande intervento Cattenari, riescono nuovamente a passare in vantaggio. L'assistman di giornata, Petito, pennella un cross dalla sinistra e, per ringraziare del prezioso arcobaleno, Rossi Finarelli decide di metterla dentro al volo e in acrobazia, facendo letteralmente esplodere il pubblico della Cittadella dello Sport. Le squadre vanno così al riposto sul punteggio di 2 a 1 in favore del Sambuceto. La ripresa si apre però con due brutte tegole per i padroni di casa: la prima è l'ennesima defezione di giornata, con il capitano Briosci costretto ad alzare bandiera bianca per infortunio, e la seconda è il pareggio ospite, con Fruci abile a girare in rete un calcio di punizione battuto dal neo entrato Scartozzi. Pochi minuti dopo il Pineto ci riprova con capitan Vespa, ma il tiro a giro del numero 10 sfiora solamente l'incrocio alla sinistra di De Melis. La partita sembra quindi incanalarsi verso un pareggio tutto sommato giusto per quanto visto in campo (con le squadre che si sono suddivise il pallino del gioco in maniera equa nelle due frazioni), ma i viola devono fare i conti con il "colpo di coda" dei teramani. Su un'azione "fotocopia" rispetto a quella del pareggio, il Pineto riesce a trovare la deviazione vincente (e i tre punti) con Rachini. Qui di seguito il tabellino dell'incontro:

SAMBUCETO CALCIO – PINETO 2-3

SAMBUCETO CALCIO: De Melis, Alberico, Di Federico (36' st Spadaccini), Sablone, Briosci (dal 2' st Ciampoli), Silvaggi, Petito, Berardocco, Rossi Finarelli (dal 10' st Bucceroni), Di Nardo Ciuffetti.
A disposizione: Rybel, Corneli, Di Rito, Zaccagnini.
Allenatore: Gennaro Grillo.

PINETO: Cattenari, Colleluori, Ferretti, Rachini, Assogna (dal 1' st Scartozzi), Fruci, Di Donato (dal 12' st Camporese), Francia (46' st D'Alonzo), Pigliacelli, Vespa, Ndiaye.
A disposizione: Mazzocchetti, Antonini, Cacciatore, De Simone.
Allenatore: Giuseppe Donatelli

Arbitro: Francesco D'Eusanio (Faenza)

Reti: 14' pt Di Nardo (P), 21' pt Ndiaye (P), 37' pt Rossi Finarelli (S), 2' st Fruci (P), 33' st Rachini (P)

Ammoniti: Alberico, Silvaggi, Petito (S), Ferretti, Fruci e Francia (P)

martedì 6 ottobre 2015

Il Sambuceto, in vantaggio per larga parte della partita, non riesce a trovare la rete per chiudere il match e, in una delle regole non scritte più comuni del calcio, subisce la rete del pareggio del Celano a una decina di minuti dalla fine del match. Tra la squadra di Grillo e i tre punti manca solamente la finalizzazione della mole di gioco creata, mentre gli ospiti si mostrano squadra giovane ma ostica e con un ottimo potenziale soprattutto offensivo. Il tecnico viola lancia immediatamente nella mischia dal primo minuto l'ultimo arrivato Ciuffetti (molto buona la prova del centrocampista), proponendo un centrocampo a 3 con Di Martile e Battista. Sul fronte opposto Fidanza si affida all'estro dei suoi giovani, e in particolare all'inventiva del giovanissimo Ippoliti, un classe 1996 vera e propria spina nel fianco delle difese avversarie.
La prima occasione del match porta la firma dei padroni di casa con Bucceroni, che sfrutta un errore difensivo di Di Gioacchino e si invola a tu per tu con il portiere. L'attaccante si fa però "ipnotizzare" dal numero uno marsicano e il punteggio rimane inchiodato sullo 0 a 0. La risposta ospite giunge da un calcio piazzato di Carrato, che sfiora l'incrocio alla destra di Palena. Sul fronte opposto, sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Bucceroni, Battista è il più lesto a svetare di testa, ma la palla schiacciata dal centrocampista scavalca la traversa del Celano. Al 21esimo ci prova Di Nardo, che si gira in un fazzoletto di campo e di controbalzo lascia partire un tiro a giro: Fanti è chiamato al grande intervento per riuscire a mantenere inviolata la propria porta. Pochi minuti dopo è il "collega" Palena a rispondere "presente" sul rasoterra di Mercogliano e a deviare la sfera in corner. Al minuto numero 30 è Di Nardo a spaccare l'equilibrio del match: Ciuffetti pennella un cross dalla destra e la difesa respinge corto; sulla traiettoria deviata si fa trovare pronto Di Nardo, che stoppa e trafigge il portiere ospite per l'1 a 0 con il quale le squadre vanno al riposo. Nella ripresa Grillo manda in campo il "terzo dei Teletubbies", Sablone (dopo Battista e Di Nardo), e passa a una difesa a tre centrali. Al minuto 18 della seconda frazione il neo entrato Rossi Finarelli, su un assist al bacio di Zaccagnini, spara una bordata al volo diretta quasi all'incrocio, ma Fanti riesce a opporsi al 2 a 0 con un intervento prodigioso. Così come avvenuto nel primo tempo, pochi minuti dopo è il numero 1 viola a imitare il suo omologo respingendo in angolo un tiro insidioso di Di Virgilio. A dieci minuti dal termine i marsicani pervengono al pareggio su una punizione dal limite: Carrato becca la parabola giusta e la palla sbatte prima sul palo alla sinistra di Palena e poi, probabilmente dopo aver toccato anche la schiena del portiere, si insacca per l'1 a 1. La rete del pareggio sembra demoralizzare i padroni di casa, fino a quel momento in apparente controllo della sfida, ed è Silvaggi a salvare i suoi dal tracollo salvando sulla linea una conclusione ospite destinata in porta. Lo stesso Silvaggi, prima del triplice fischio, raggiunge anzitempo gli spogliatoi in virtù del secondo cartellino rimediato. L'incontro termina così sull'1 a 1. Qui di seguito il tabellino della partita:
Qui di seguito il tabellino dell'incontro:

SAMBUCETO CALCIO – CELANO 1-1

SAMBUCETO CALCIO: Palena, Alberico, Di Federico, Battista, Silvaggi, Briosci Di Martile, Ciuffetti (dal 7' st Zaccagnini), Bucceroni (dal 1' st Sablone), Di Nardo (dal 16 st Rossi Finarelli), Petito.
A disposizione: De Melis, Corneli, Spadaccini, Berardocco.
Allenatore: Gennaro Grillo.

CELANO: Fanti, Ciccarelli, Castellani, Di Gioacchino, Villa, Carrato, Ranieri (dal 34 st Ettorre), Scatena, Ippoliti, Mercogliano (dal 40 st Mancini), Di Virgilio (dal 30 st Baruffa).
A disposizione: Cocuzzi, Giannini, Di Pippo, Tucci.
Allenatore: Felice Fidanza

Arbitro: Fabio D'Ettorre

Reti: 30' pt Di Nardo (S), 35' st Carrato (C)

Ammoniti: Di Federico, Battista, Silvaggi e Di Martile (S), Scatena e Mercogliano (C)

Espulso: Silvaggi (S) per doppia ammonizione

venerdì 2 ottobre 2015

Nuovo arrivo in casa Sambuceto, ecco il giovanissimo centrocampista Alessandro Ciuffetti, classe 1996, proveniente dalla Fermana, e con un passato nei settori giovanili di Lecce e Verona

La compagine viola rinforza ulteriormente il "parco" dei fuoriquota a disposizione con un nuovo importante innesto: si tratta di Alessandro Ciuffetti. Il giovanissimo calciatore classe 1996, a dispetto della carta d'identità, vanta però già una notevole esperienza: l'anno scorso, infatti, con la maglia della Fermana ha collezionato 12 presenze nel campionato di Serie D, mentre in passato è ha fatto parte dei settori giovanili del Lecce e del Verona. Marchigiano proveniente da vicino Camerino, Ciuffetti è stato letteralmente strappato dagli uomini mercato viola a un'agguerrita concorrenza, composta da diverse società di Serie D e di Eccellenza. Fondamentale, per la buona riuscita della trattativa con il Sambuceto, è stata però anche la ferma volontà del giovane di vestire la maglia viola: «Appena sono arrivato», spiega Ciuffetti, «mi è subito piaciuta la struttura, ma anche l'accoglienza e il modo di comportarsi di staff e dirigenti. Mi ha colpito la serietà di coloro che fanno parte del Sambuceto: persone che vogliono far bene e che sanno fare il proprio lavoro. Oltre a ciò anche i compagni e il mister hanno contato molto sulla mia scelta: sono stato accolto davvero bene».
A illustrare la sua posizione preferita in campo e le sue qualità è lo stesso Ciuffetelli, che si presenta così: «Sono una mezzala, mi definisco un giocatore aggressivo a livello sportivo: mi piace recuperare la palla per poi servirla ai miei compagni».
Ritornando invece alla questione ambientale e alle ambizioni personali e di squadra, il neo centrocampista del Sambuceto si mostra già carico: «La squadra ha vinto il campionato lo scorso anno e quest'anno è pronta a far bene anche in Eccellenza. Il mio contributo sarà quindi quello di dare il massimo per questa nuova maglia e provare a raggiungere gli obiettivi insieme ai miei compagni».
Domenica prossima, per la sesta giornata di campionato, alla Cittadella dello Sport arriverà il Celano, e per Ciuffetti potrebbe giungere anche la prima convocazione da parte di mister Grillo: «A livello fisico mi sento abbastanza pronto. In questo inizio di stagione mi sono comunque allenato per conto mio aggregato a una squadra delle mie zone. Posso quindi dire che», conclude il neo acquisto, «pur non essendo al 100%, sono a disposizione dell'allenatore e delle sue scelte».

giovedì 1 ottobre 2015

Il Sambuceto gioca la partita perfetta e vince contro la "corazzata" Angolana. Mister Grillo come un "mago" nasconde inizialmente le carte e manda in campo uno dei suoi cavalli di battaglia, vale a dire la difesa a 3 e, complice una squadra viola dotata di enorme spirito di abnegazione e grande piglio agonistico, riesce a bloccare quella che da più parti è considerata una delle formazioni da battere. L'Angolana cerca di imporre il proprio gioco grazie alla grande tecnica dei suoi, ma si trova di fronte una squadra che oggi avrebbe dato poco scampo a qualsiasi tipo di avversario. Silvaggi si mostra uomo ovunque in difesa, e puntualmente, come un fantasma riesce a "comparire" davanti agli attaccanti avversari prima che questi possano toccare il pallone.
Il primo scossone del match lo fornisce Petito, che al 15esimo lascia partire un bolide a spiovere da fuori area e "scuote" letteralmente la traversa ad Agresta battuto. Due minuti dopo sono gli ospiti con De Luca a provarci ma a trovare Palena pronto alla respinta. Al minuto 21 i nerazzurri pareggiano il conto delle traverse, con La Selva che, dopo un triangolo con De Luca, colpisce il legno trasversale imitando Petito. La partita si mostra molto bella con entrambe le squadre che rifiutano di chiudersi per aspettare l'avversario, e si affrontano quindi a viso aperto, con rapidi capovolgimenti di fronte. Petito sfiora nuovamente il vantaggio al termine di una triangolazione ma il suo rasoterra, deviato, si spegne a fil di palo. L'ultima occasione del primo tempo è di marca ospite, con De Luca che, sugli sviluppi di calcio d'angolo, batte al volo a colpo sicuro, ma trova un Palena in stato di grazia a respingere la sua conclusione a rete. Si arriva così al riposo con il classico punteggio a occhiali. Nella ripresa entrambi gli allenatori mischiano le carte alla ricerca del vantaggio: Tatomir inserisce Dragani al posto di De Luca, e Grillo torna alla difesa a quattro inserendo Alberico e Di Nardo al posto del capitano Briosci e di Ursini. È però l'ex tecnico del Giulianova a indovinare la mossa giusta, poiché alla prima vera azione della ripresa i viola passano in vantaggio con un "glaciale" Bucceroni, che fredda Agresta sulla corta respinta di quest'ultimo e porta il Sambuceto sull'1 a 0.
Sull'azione successiva l'Angolana reclama per un tocco di mano del portiere Palena su retropassaggio, pressato da Dragani, ma il direttore di gara Catallo di Frosinone lascia proseguire. Lo stesso Dragani ci prova poco dopo direttamente da calcio di punizione, con la palla che sibila a pochissima distanza dal sette alla sinistra di Palena. Al diciottesimo della ripresa sono di nuovo gli ospiti a sfiorare il vantaggio con la percussione centrale di Bordoni, che entra in area e spara un tiro sotto la traversa: Palena è però in giornata di grazia e vola a smanacciare deviando in corner. Il forcing degli ospiti alla ricerca del pareggio prosegue al 22 esimo con Farindolini che in  spaccata colpisce in diagonale verso il secondo palo, ma la sfera finisce di un soffio fuori. Nel momento di massimo sforzo per i nerazzurri angolani è però il Sambuceto a scrivere la parola fine sul match grazie a una perla di Ciampoli. Il neo acquisto dei viola, su cross dalla sinistra tira fuori dal cilindro un destro al volo di pregevole fattura che non lascia alcuno scampo al portiere ospite e si insacca vicino al palo alla destra dell'estremo difensore. Due a zero e gioia incontenibile per i ragazzi di Grillo, che vincono meritatamente al termine di una partita che soddisfa il numeroso pubblico presente. Piccola contestazione a fine gara per il tecnico angolano da parte dei propri sostenitori, ma oggi gran parte del merito va a Grillo e ai suoi ragazzi, autori di una prova "perfetta". Qui di seguito il tabellino dell'incontro:

SAMBUCETO CALCIO – R.C. ANGOLANA 2-0

SAMBUCETO CALCIO: Palena, Ursini (dal 1'st Di Nardo), Di Federico, Sablone, Silvaggi, Briosci (dal 1' st Alberico), Ciampoli, Battista, Petito, Bucceroni (dal 19' st Di Martile), Zaccagnini.
A disposizione: De Melis, Corneli, Spadaccini, Rosi Finarelli.
Allenatore: Gennaro Grillo.

R.C. ANGOLANA: Agresta, Remigio, Carpegna (dal 3' st Angelozzi), Di Camillo, Celli, Mottola, Bordoni, Sichetti, De Luca (dal 7' st Deagani, dal 23' st Agnellini), La Selva, Farindolini.
A disposizione: Angelozzi F., Ricci, Cipressi, Balzano, Angelozzi L.
Allenatore: Tatomir

Arbitro: Ivan Catallo di Frosinone

Reti: 9' st Bucceroni, 22' st Ciampoli

Ammoniti: Di Federico, Silvaggi, Battista, Petito, Di Martile, Zaccagnini (S)

Espulsi: -

domenica 20 settembre 2015

Il Sambuceto vince e convince, e conquista la prima vittoria in campionato in Eccellenza. Gli uomini di mister Grillo superano il Miglianico nella "partita degli ex", con diversi giocatori che nel corso della loro carriera hanno indossato entrambe le casacche.
Il tecnico dei viola lancia subito nella mischia il neo arrivato Bucceroni, e i padroni di casa partono forte e molto aggressivi nella metà campo del Miglianico, e alla prima vera occasione riescono a passare.
Al minuto numero 20 due giocatori viola vengono atterrati in rapida successione in area: nel primo intervento è Alberico a cadere sul contrasto di Di Pompeo, e nel secondo è Rossi Finarelli colpito da Conversano a toccare il sintetico della Cittadella dello Sport. L'arbitro punisce il secondo dei due interventi e indica il dischetto del rigore.
Dagli undici metri si presenta lo stesso Rossi Finarelli, che di precisione manda la palla in buca d'angolo a fil di palo alla sinistra di Pompei, portando i suoi sull'1 a 0. Il Miglianico, scosso dalla rete subita, prova ad affacciarsi dalle parti di Palena, ma la manovra ospite risulta poco inciasiva. Sul finire della prima frazione, da segnalare l'uscita dal campo di Bucceroni (sostituito da Ciampoli), probabilmente per un infortunio del quale si valuterà l'entità nelle prossime ore.
 Il secondo tempo si apre invece con il radoppio di Di Nardo, che penetra come un coltello nel burro tra le maglie della difesa ospite e con un preciso diagonale insacca per il 2 a 0. Il Miglianico prova a riaffacciarsi in attacco, senza però risultare incisivo nella manovra, e senza impegnare in maniera consistente l'estremo viola Palena.
Al 32esimo della ripresa, l'occasione più pericolosa per gli ospiti, con Silvaggi che, quasi sulla linea di porta, riesce a sventare la minaccia e a mantenere inviolata la propria retroguardia. L'incontro termina così, senza ulteriori sussulti, con la squadra di Grillo che ottiene per la prima volta il bottino pieno in questa stagione, e conferma il trend positivo iniziato domenica scorsa con il punto conquistato ad Alba Adriatica.
Mercoledì prossimo, sempre alla Cittadella dello Sport, il Sambuceto affronterà un'altra delle compagini considerate come possibili "corazzate" del girone, la Renato Curi Angolana. Qui di seguito il tabellino dell'incontro:

SAMBUCETO CALCIO – MIGLIANICO 2-0

SAMBUCETO CALCIO: Palena, Alberico, Di Federico, Battista, Silvaggi, Briosci, Di Martile, Bucceroni (dal 41' pt Ciampoli), Rossi Finarelli, Di Nardo (31' st Berardocco), Zaccagnini (dal 20' st Spadaccini).
A disposizione: De Melis, Sablone, Di Rito, Petito. 
Allenatore: Gennaro Grillo.

MIGLIANICO: Pompei, Di Muzio, Di Pompeo, Ferri, Tacconelli, Conversano, Di Michele (dal 31' st Di Vito), Adorante (dal 45' st Perfetti), Damiano (dal 1' st D'Amore), De Leonardis, Torsellini.
A disposizione: Ferrara, Fiaschi, Nicolò, Giandonato.
Allenatore: D'Ambrosio

Arbitro: Niccolò Alleva di Teramo (Marrollo di Vasto e Di Risio di Lanciano)
Reti: 21' pt rig. Rossi Finarelli, 2' st Di Nardo
Ammoniti: Di Federico, Battista e Silvaggi (S), Ferri e D'Amore (M)
Espulsi: -




















giovedì 17 settembre 2015

Il Sambuceto Calcio annuncia il gradito ritorno di Luca Bucceroni, jolly d'attacco: «Prometto massimo impegno e serietà, e sono a disposizione del mister Grillo». Ceduti Pizzola e Amedoro

Ha scelto di tornare sul "luogo del delitto" e, dopo aver punito per ben 12 volte le difese avversarie durante lo scorso campionato, contribuendo quindi in maniera significativa alla promozione in Eccellenza della squadra, si è "ripreso" il massimo campionato regionale.
Luca Bucceroni, jolly d'attacco di Guardiagrele classe 1988, è infatti "tornato a casa" a Sambuceto, fortemente voluto dalla società viola. Dopo la breve parentesi a Casalbordino, dove domenica scorsa è stato protagonista della vittoria con un gol e un assist nel 2 a 1 finale, l'attaccante è quindi rientrato alla Cittadella dello Sport: «Sono felice di tornare, Sambuceto è una grande società, quindi sono davvero contento».
Il pensiero di Bucceroni è però rivolto anche alla sua ormai ex squadra, della quale ha avuto un'impressione davvero positiva: «Ringrazio il Casalbordino che mi ha permesso di cogliere questa opportunità. Sono grato alla società, al mister, ai compagni e ai tifosi, che sono molto calorosi. Mi auguro che il Casalbordino quest'anno faccia molto bene in campionato». A Sambuceto il jolly offensivo sarà allenato da mister Grillo, subentrato al dimissionario Bianchi: «Conosco il mister di fama, e mi ricordo che le sue squadre giocano un bel calcio. È un ottimo tecnico, e quando era a Mosciano fece un grande campionato, e la squadra si esprimeva davvero bene in campo». Sulla possibile posizione in campo con il nuovo allenatore, Bucceroni conferma il proprio spirito di abnegazione, rimettendosi completamente alle scelte di Grillo: «Sono a disposizione del mister, spetta quindi all'allenatore scegliere se, quando e dove farmi giocare. Da parte mia prometto massimo impegno durante gli allenamenti».
 E proprio in riferimento alle "promesse" di inizio stagione, il neo acquisto ha le idee chiare: «Cercherò di non far mai mancare il mio apporto in termini di impegno e serietà. Metterò sempre il massimo in allenamento e in campo quando sarà chiamato, sperando prima di tutto che la squadra possa far bene».
 Le premesse ci sono quindi tutte, per un giocatore che ha già acquisito diverse esperienze proprio nel massimo campionato regionale, con i due anni trascorsi alla Spal Lanciano e la stagione con il Guardiagrele, oltre alla Serie D con la Val di Sangro.
 Contestualmente all'acquisto di Bucceroni, la società viola annuncia anche le cessioni dell'attaccante Pizzola, passato al Sulmona, e del centrocampista Amedoro, trasferitosi al Raiano.
 La prossima giornata di Eccellenza, terzo turno di campionato, vedrà il Sambuceto impegnato in casa contro il Miglianico. I viola, dopo aver "sbloccato" la propria classifica con il pareggio esterno di Alba Adriatica, proveranno a proseguire il proprio cammino e a "rifarsi" dopo lo stop della Cittadella dello Sport all'esordio contro la corazzata San Salvo (che attualmente si trova in testa a punteggio pieno dopo aver superato domenica scorsa proprio il Miglianico).

sabato 5 settembre 2015

Presentazione ufficiale del Sambuceto Calcio in Comune, con l'in bocca al lupo del sindaco Marinucci e dell'assessore Martelli: «Grande soddisfazione per il raggiungimento dell'Eccellenza»

Sala dell'Accademia Musicale in piazza San Rocco per un pomeriggio tinta di viola per la presentazione ufficiale del Sambuceto Calcio formato 2015-16. La squadra è stata infatti accolta e salutata dal sindaco Marinucci e dall'assessore allo Sport, Martelli, in vista dell'ormai prossimo avvio del campionato di Eccellenza. Numerosi i volti nuovi in casa sambucetese, a partire dall'allenatore Gennaro Grillo, e poi i diversi acquisti giunti durante la sessione del calciomercato per rafforzare la squadre neo promossa nel massimo campionato regionale.
 Insieme a loro, anche i giocatori e lo staff della cosiddetta "vecchia guardia", protagonisti, durante lo scorso anno, della splendida cavalcata in vetta al girone B di Promozione, culminata con il salto di categoria diretto con 16 punti di vantaggio rispetto alle principali avversarie.
 Il primo cittadino di San Giovanni teatino ha salutato il gruppo viola soffermandosi su uno degli aspetti che da anni contraddistingue la compagine del Sambuceto Calcio, quello relativo al concetto di "squadra": «La funzione di una squadra, in tutti i campi, e non soltanto nel calcio, è quella che risponde al concetto di unione: uniti si crea infatti la forza e si riescono a raggiungere gli obiettivi. Il mio augurio», ha proseguito Marinucci, «è che vi possiate divertire. Quest'anno la soddisfazione è maggiore, perché siamo riusciti a riportare questo simbolo e questi colori dove meritano. Per noi è motivo d'orgoglio anche la nuova denominazione di "Sambuceto Calcio"».
 L'assessore Efrem Martelli ha invece parlato col cuore e da vero tifoso viola ha incitato tutta la cittadinanza: «Sono un assessore che porta bene, poiché sono entrato in giunta a marzo e la squadra ha vinto il campionato. Per quest'anno ho fatto subito l'abbonamento, e seguirò quindi direttamente le partite del Sambuceto. A tal proposito, desidero invitare anche tutti gli altri tifosi e concittadini a sottoscrivere l'abbonamento per le gare casalinghe della squadra».
 Il presidente del sodalizio viola, Sandro Cacciagrano, dopo aver ringraziato l'amministrazione comunale, ha invece delineato obiettivi e auspici per la nuova stagione: «Sappiamo che la stagione è difficile, però ce la metteremo tutta. È un campionato che noi personalmente non conosciamo, ma saremo sempre vicini alla squadra e al suo timoniere, Grillo, che invece è esperto della categoria. Quest'anno abbiamo un bel gruppo e, per quanto ci riguarda», ha proseguito il massimo dirigente viola, «il risultato è e resta importante, ma la prima cosa che conta è essere "leali". La lealtà è infatti un principio fondamentale per questa società, così come il rispetto dei ruoli, sia in campo che fuori».
Sulla stessa lunghezza d'onda, anche il co-presidente del Sambuceto Calcio, Giustino Ciarciagini che, da vero tifoso "sanguigno", e forse con un pizzico di scaramanzia, ha preferito non svelare le carte sulle ambizioni dei viola: «Tempo fa avevo detto che avrei dato un'opinione a fine settembre sulle ambizioni della squadra, ma già allora mi ero sbilanciato svelando un certo ottimismo. Sarà però il campo a farci capire ciò che potremo fare. Ciò che posso dire è che mi aspetto un campionato di tranquillità, in linea con gli obiettivi stagionali, ed è per questo che faccio il mio personale in bocca al lupo a tutta la squadra, al mister e allo staff».
 Chiamato direttamente in causa, anche l'allenatore Grillo non si è di certo sottratto al ruolo di responsabilità che lo attende alla guida del Sambuceto: «Da parte mia non farò mai mancare impegno e professionalità. Quello che possiamo promettere anche come squadra, è che renderemo onore al nome del Sambuceto Calcio».
 L'in bocca al lupo per la squadra e per il campionato è poi giunto anche dal direttore sportivo, Gabriele Liberatore, e dal direttore generale, Augusto Di Francesco: «Abbiamo scelto singolarmente tutti i componenti della rosa di quest'anno, perché pensavamo potessero fare al caso nostro. Abbiamo quindi fatto uno sforzo importante. Il nostro obiettivo principale», ha concluso il dg, «non è portare la squadra al vertice d'Abruzzo, ma la città, farla conoscere e portarla in giro in tutta la regione come un esempio positivo».

venerdì 28 agosto 2015

Grillo, nuovo allenatore del Sambuceto Calcio: «l'atteggiamento della squadra sarà propositivo». Nel frattempo, Guerino Belli scelto come nuovo tecnico della Juniores dopo le dimissioni di Massimo Tortora

Siede sulla panchina del Sambuceto da pochissimi giorni, ma la voglia di fare e di mettersi in gioco in questa nuova piazza sono già ad altissimi livelli. Gennaro Grillo, tecnico campano ma di San Benedetto del Tronto di adozione, ha le idee chiare sul cammino che lo attende alla Cittadella dello Sport, dopo essere subentrato al dimissionario Franco Bianchi. E i presupposti affinché la sua nuova avventura possa essere all'altezza delle aspettative di tutti i sostenitori sambucetesi ci sono tutti.
A "parlare", in questo caso, è la stessa carriera di Grillo, e il "dna" di vincente che ha contraddistinto le sue esperienze prima come calciatore e poi come allenatore. L'ex difensore centrale del Napoli, calcando i terreni di gioco, ha infatti conquistato una sfilza di vittorie finali in campionato, con conseguenti promozioni, tra le quali spiccano quelle ottenute con l'Ischia, la Casertana e il Catania in C1, oppure con il Sant'Anastasia. E, una volta appesi gli scarpini al chiodo, la "tradizione" vincente di Grillo è proseguita con la vittoria del campionato di Promozione all'esordio sulla panchina del Cologna Paese, seguita dal trionfo di Mosciano (con la squadra giunta perfino alla vittoria finale dei playoff di Eccellenza a Pistoia) e dai playoff nazionali con il Giulianova (con ripescaggio in Serie D).
Infine, la Coppa Italia di Promozione conquistata proprio nell'ultima stagione con il Fontanelle.
 E, come se non bastasse, all'eccellente curriculum mister Grillo ha aggiunto una gran dose di entusiasmo al suo approdo a Sambuceto: «In tutta onestà non mi aspettavo una chiamata del Sambuceto», svela l'allenatore, «perché in pratica tutta la mia carriera di allenatore fino a questo momento si è svolta nella provincia teramana. La chiamata mi ha però colpito in positivo, e mi ha fatto un enorme piacere. Sono rimasto molto impressionato dalla struttura della Cittadella dello Sport, sin dal momento in cui ci ho messo piede durante la scorsa edizione della Coppa Italia».
Oltre che dall'impianto, l'allenatore ha avuto un'impressione positiva anche dalla squadra a disposizione sin dal suo primo allenamento: «Con Palena da giocatore ho vinto già un campionato con la Rosetana. Altri elementi, come ad esempio Battista, Di Martile, Rossi Finarelli e Petito, e diversi altri, sono giocatori che ho incontrato solamente da avversario. Si tratta di giocatori molto validi, e che avrei voluto allenare già in passato, chiedendone l'acquisto alle dirigenze delle squadre nelle quali ho allenato. Sono quindi contentissimo di poterli allenare oggi, e posso dire di avere a disposizione un'ottima rosa, di gran qualità».
Per quanto concerne invece gli aspetti tattici, mister Grillo è pronto anche a delineare il possibile assetto del Sambuceto: «A Cologna ho giocato con il 4-3-3, mentre in altre piazze come Mosciano e Giulianova mi sono cimentato con il 3-4-1-2. Qui a Sambuceto cercheremo di adattare il gioco alle caratteristiche dei giocatori. Secondo la mia ottica il ruolo dell'allenatore è proprio quello di far rendere al meglio i propri ragazzi nel loro ruolo. Con i viola faremo delle prove, anche perché i ragazzi sono abituati ad esempio a giocare a 4 in difesa. Non bisogna quindi fossilizzarsi su uno schema predefinito, ma rendersi bene conto del "materiale" a disposizione e come farlo rendere al meglio». Sull'atteggiamento che desidera inculcare nei giocatori del Sambuceto, Grillo non ha invece alcun dubbio: «L'atteggiamento della squadra deve essere sicuramente propositivo, e bisogna fare densità nella metà campo avversaria. Dobbiamo essere aggressivi, e cercare di giocare alti». E la mentalità "propositiva" del neo mister viola emerge anche quando si parla di obiettivi stagionali: «La società, essendo una squadra neopromossa, mi ha chiesto di conservare la categoria e di poterci togliere qualche soddisfazione strada facendo. Nella mia ottica questo rappresenta l'obiettivo "minimo": da sempre», spiega Grillo, «sono abituato ad alzare l'asticella, e con la squadra attualmente a disposizione credo che potremo far bene».
 Infine il tecnico, anche alla luce della recente Coppa Italia di Promozione conquistata con il Fontanelle nella scorsa stagione, si sofferma sul prossimo impegno dei suoi, ossia il ritorno del turno di coppa. Domenica prossima, infatti, mister Grillo celebrerà il suo esordio ufficiale sulla panchina viola contro la Renato Curi Angolana, dopo il rocambolesco 2 a 1 di qualche giorno fa, con i viola in vantaggio per quasi tutto il match prima delle due reti degli angolani nell'extra time: «Ci tengo alla Coppa Italia, ma sono anche consapevole del fatto che dobbiamo abbinare l'esito della partita con qualche "esperimento". Devo infatti far conciliare il discorso del possibile passaggio del turno con l'iniziare a far giocare la squadra come piace a me».
 Per quanto riguarda lo staff tecnico del Sambuceto Calcio 2015-2016, la società viola annuncia l'ingaggio di mister Guerino Belli, ex Arabona Manoppello, come nuovo allenatore della Juniores. Belli sostituisce il dimissionario Massimo Tortora, che la società del Sambuceto Calcio desidera ringraziare per il proficuo lavoro svolto e al quale augura le migliori fortune per il prosieguo della sua carriera.

lunedì 24 agosto 2015

Grillo nuovo tecnico del Sambuceto Calcio. Il saluto del presidente Cacciagrano al dimissionario Franco Bianchi: «Le nostre strade sportive si dividono, ma resta l'amicizia e due splendidi anni vissuti insieme»

Gennaro Grillo è il nuovo allenatore del Sambuceto Calcio. La società viola ha ufficializzato il nome del nuovo tecnico a ridosso del primo impegno ufficiale stagionale, ossia l'andata del primo turno di Coppa Italia a Città Sant'Angelo contro la "corazzata" della Renato Curi Angolana.
Grillo è reduce dall'esperienza in Promozione con il Fontanelle, squadra con la quale proprio al termine della passata stagione è riuscito a conquistare la Coppa Italia di categoria.
Il nuovo allenatore prende pertanto il posto di Franco Bianchi, che ha rassegnato le dimissioni dopo due anni alla guida dei viola, e soprattutto dopo il successo nel girone B di Promozione dello scorso anno, che ha consentito alla compagine sambucetese di approdare nel massimo campionato regionale dell'Eccellenza.
A salutare il tecnico dimissionario è il presidente del sodalizio viola, Sandro Cacciagrano: «Ringrazio Franco prima come amico e poi come allenatore per quanto fatto a Sambuceto; siamo stati molto bene in questi due anni. Questa decisione è stata come un fulmine a ciel sereno, e mi dispiace che Bianchi abbia dovuto lasciare questa società. Lo ringrazio sentitamente e gli auguro di fare una brillante carriera».
Il massimo dirigente del Sambuceto Calcio si sofferma poi sulla scelta di Gennaro Grillo come nuovo timoniere della squadra, decisione che è stata praticamente presa nell'arco di poco più di ventiquattro ore da parte della dirigenza viola: «Noi purtroppo dobbiamo voltare pagina in fretta perché il campionato è alle porte, e abbiamo individuato Gennaro Grillo. Si tratta di una prima scelta per noi, perché c'erano altri nomi in ballo, ma abbiamo virato su Grillo perché ha un certo carisma e ha già vinto dei campionati in passato. Abbiamo quindi subito pensato che potesse fare al caso nostro».
 Il presidente del Sambuceto torna poi sull'ormai ex allenatore Bianchi per sottolineare il profondo rapporto creatosi nei due anni trascorsi insieme alla Cittadella dello Sport: «Mi dispiace per Franco, che prima di essere un allenatore è un amico, in particolare per me come presidente. Le nostre strade a livello sportivo si sono divise, ma resta l'amicizia con Bianchi, al quale rinnovo il mio in bocca al lupo per il futuro».
 Infine, il numero 1 della compagine di Sambuceto, traccia le linee guida e gli obiettivi per questa stagione appena espressi e condivisi con il nuovo tecnico: «Abbiamo chiesto a mister Grillo come obiettivo quello della salvezza, e allo stesso tempo di cercare di far vedere un buon calcio e di divertirci. Gli obiettivi restano pertanto gli stessi che avevamo annunciato durante il raduno con mister Bianchi».
 Nel frattempo, nella prima uscita stagionale in Coppa Italia in trasferta a Città Sant'Angelo, i ragazzi della viola hanno per la prima volta conosciuto il nuovo tecnico, che ha seguito la squadra dalla tribuna. In panchina si è seduto, per l'occasione, il responsabile del settore giovanile del Sambuceto, Daniele Centofanti.
Nonostante il "cambio del timoniere" delle ultime ore, la squadra viola è riuscita a tenere testa e a ben figurare contro la Renato Curi Angolana, considerata da più parti come una delle corazzate dell'Eccellenza. I viola sono andati in vantaggio con Ciampoli nella prima frazione di gioco, e hanno mantenuto il vantaggio fino al novantesimo, prima di subire un improvviso uno-due da parte dei padroni di casa per il 2 a 1 finale per l'Angolana. La qualificazione al prossimo turno resta così ancora in bilico, e tutto verrà deciso nell'incontro di ritorno della Cittadella dello Sport di domenica prossima, quando verrà celebrato anche l'esordio ufficiale di Gennaro Grillo sulla panchina viola.

domenica 23 agosto 2015

La Asd Sambuceto Calcio comunica di aver ricevuto le dimissioni del tecnico Franco Bianchi per motivi personali.
 La società, nel prendere atto della decisione, intende ringraziare il mister per il suo apporto fondamentale per la vittoria dello scorso campionato e per l'impegno profuso in questi due anni.
 A Franco auguriamo le migliori fortune personali e sportive per il suo futuro!

domenica 26 luglio 2015

Raduno ufficiale per il Sambuceto Calcio in vista del prossimo campionato di Eccellenza, 25 i convocati. Il dg Di Francesco: «Grande motivazione nei ragazzi sin dal primo giorno»

È ufficialmente iniziata la stagione 2015-2016 per il Sambuceto Calcio. Nel pomeriggio di giovedì 23 luglio la squadra si è infatti radunata alla Cittadella dello Sport agli ordini di mister Franco Bianchi e del suo staff.
Prime gocce di sudore per tutto il gruppo, dovute non soltanto al gran caldo, ma anche alla fatica per il ritorno agli allenamenti.
Volti sorridenti e tanta voglia di ricominciare con le attività sportive sia per i giocatori della vecchia guardia, che per i diversi volti nuovi giunti a Sambuceto in questa sessione estiva di mercato.
Grande soddisfazione anche a bordo campo tra i dirigenti viola, come testimoniato dalle parole del direttore generale, Augusto Di Francesco: «Siamo contenti della rosa che abbiamo al momento e speriamo di far bene. Già dal primo giorno abbiamo trovato dei ragazzi molto motivati e che non vedevano l'ora di mettersi al lavoro».
 Il dg del Sambuceto indica anche quale sarà l'obiettivo per la stagione 2015-2016, che vedrà i viola nuovamente impegnati nel massimo campionato regionale dell'Eccellenza dopo 22 anni: «L'obiettivo rimane quello di disputare un campionato tranquillo, ben consci che si tratta di un campionato "nuovo" per noi, e allo stesso tempo difficile e certamente pieno di insidie. Anche le altre squadre hanno attrezzato e stanno allestendo delle rose importanti per affrontare al meglio questa stagione».
Qui di seguito l'elenco completo dei calciatori convocati per il raduno, suddivisi per ruolo, che hanno preso parte al primo allenamento di giovedì 23 luglio:
Portieri: Palena, De Melis, Rybel, Sciavilla; Difensori: Alberico, Corneli, Briosci, Silvaggi, Flocco, Di Federico;
Centrocampisti: Battista, Di Martile, Amedoro, Berardocco, Di Francesco, Barbacane;
Attaccanti: Rossi Finarelli, Petito, Di Nardo, Ciampoli, Pizzola, Zaccagnini, Spadaccini, Camperchioli, Crecchia.

mercoledì 8 luglio 2015

Cambio della denominazione della società sportiva, che da oggi si chiamerà Asd Sambuceto Calcio, e nuovo organigramma societario per la stagione 2015-2016

Cambia il nome ma non la "sostanza"; da oggi, infatti, la Asd Folgore Sambuceto Sp diventa ufficialmente Asd Sambuceto Calcio. La scelta, operata dalla società e ufficializzata depositando l'apposita documentazione, è stata fatta con l'obiettivo di essere più rappresentativi della città, e avere quindi il nome del luogo nel quale si svolgono le relative attività sportive della compagine sambucetese.
 Nelle ultime ore è stato inoltre ufficializzato l'organigramma societario del Sambuceto Calcio: restano pressoché invariati i vertici del sodalizio alla Cittadella dello Sport, con l'ingresso di alcune nuove figure dirigenziali che contribuiranno, sia a livello di prima squadra che del settore giovanile, alla programmazione e organizzazione della prossima stagione sportiva.
 Per quanto riguarda invece le novità portate dall'avvento della nuova denominazione "Asd Sambuceto", il colore sociale della squadra, il viola, rimarrà invariato. Cambiano, invece, alcuni aspetti relativi al logo della società, che da questo momento condensa insieme i 57 anni di storia del calcio sambucetese (il 1958 è infatti l'anno in cui è nata la prima società): la pantera che compare al centro del nuovo "scudetto" societario rappresenta infatti il logo storico della Viola Sambuceto, mentre il tricolore proviene dalla Virtus Sambuceto; il "viola", invece, oltre a rappresentare il colore che ha contraddistinto gli ultimi anni della Folgore Sambuceto SP (all'interno della quale erano a sua volta confluite il Sambuceto Calcio San Paolo e la Virtus Sambuceto), rappresenta anche la trasposizione, in termini cromatici, dell'antico nome della società ("Viola Sambuceto", appunto).
Ecco, in dettaglio, il nuovo organigamma societario dell'Asd Sambuceto per la prossima stagione 2015-2016:
Presidente: Sandro Cacciagrano
Co-Presidente: Giustino Ciarciaglini
Vicepresidente: Crisci Alfio
Direttore generale: Augusto Di Francesco
Direttore sportivo: Gabriele Liberatore
Direttore tecnico e team manager: Nicola Zirpolo
Cassiere: Alessandro Ridolfi
Segretario: Roberto Marco Cacciagrano
Responsabile Juniores: Sergio Nepa
Collaboratore gestione sportiva: Raffaele Di Pietrantonio
 Dirigenti accompagnatori: Finocchio Daniele, Farinaccia Denis, Cacciagrano Leonardo, Mariani Lorella, Onesti Giustino, Paolucci Luciano, Paolucci Giorgia, Piedigrosso Luciano.
Dirigenti: Ascenzo Giovanni, Camperchioli Fernando, Diodato Renato, Matricardi Franco, Pieragostino Denis, Rebecchino Alessandro, Rebecchino Andrea, Rebecchino Massimo
Presidente settore giovanile: Luciano Stipani
Segretario e cassiere settore giovanile: Laura Luigioni
Responsabile tecnico settore giovanile: Daniele Centofanti

giovedì 2 luglio 2015

Colpo in attacco per la Folgore che si assicura le prestazioni di Matteo Rossi Finarelli, 16 reti in Eccellenza lo scorso anno col Miglianico

La Folgore Sambuceto piazza il colpo in avanti con l'innesto di Rossi Finarelli.
L'esperto attaccante approda infatti alla Cittadella dello Sport dopo l'ottima stagione disputata con la maglia del Miglianico.
Nello scorso campionato di Eccellenza il bomber residente a Pianella ha infatti realizzato ben 16 reti.
Classe 1982, oltre alla recente militanza in terra teatina, Matteo Rossi Finarelli nella sua brillante carriera ha avuto anche esperienze nelle Marche (a Civitanova) e in Puglia (a Cerignola).
Bomber di razza, l'attaccante può vantare anche il raggiungimento del titolo di capocannoniere dell'Eccellenza, ottenuto per ben due volte, sia a Martinsicuro che a Pianella.
 L'arrivo ufficiale alla società viola del forte giocatore è giunto praticamente in concomitanza con un altro fatidico "sì" dello stesso attaccante: nella giornata di sabato 27 giugno scorso Matteo è infatti convolato a nozze con la sua compagna Martina. A tal proposito tutta la dirigenza della Folgore desidera esprimere i più sinceri auguri alla coppia per la nuova vita insieme.
Queste le prime parole del nuovo bomber viola subito dopo l'ufficializzazione del passaggio alla corte di mister Banchi: «Sambuceto per me è stata da subito una prima scelta, nonostante le numerose richieste che ho avuto».
 Per Rossi Finarelli sono state tante e importanti le motivazioni che lo hanno spinto verso la società del presidente Sandro Cacciagrano: «La bontà del progetto e la serietà di una società di cui si dice ovunque un gran bene mi hanno spinto a trovare immediatamente un accordo».
 Idee chiare, da parte dell'attaccante, anche sulle aspirazioni e i progetti per il prossimo campionato: «Per quanto riguarda gli obiettivi, credo che siamo attrezzati per disputare un campionato tranquillo; sono altrettanto convinto che insieme ci potremo levare quante più soddisfazioni possibili».
 Oltre all'ufficializzazione del nuovo bomber, la società viola annuncia che, solo ed esclusivamente per motivi di incompatibilità lavorative, Angelo Serafini ha scelto di andare via dalla Folgore. La società desidera ringraziare il centrocampista per la serietà e la professionalità dimostrate, sottolineando che in futuro le porte per lui resteranno sempre aperte in quel di Sambuceto.

mercoledì 24 giugno 2015

Tra conferme e nuovi arrivi, il direttore tecnico e team manager della Folgore Sambuceto, Nicola Zirpolo, illustra tutte le mosse di mercato dei viola e le prospettive per l'Eccellenza

Lo "zoccolo duro" della squadra che ha conquistato la promozione in Eccellenza a suon di record (una sola sconfitta in campionato, miglior difesa e miglior attacco del girone, e campionato terminato a +16 dalle principali avversarie), è stato quindi confermato anche per il ritorno in Eccellenza dei viola dopo 22 anni di assenza.
 Sul fronte mercato in entrata, invece, sono ben 12 i colpi già messi a segno dalla dirigenza viola per rinforzare l'organico a disposizione dell'allenatore Franco Bianchi (anch'egli quindi confermato al timone della squadra). A illustrare tutti i movimenti di mercato della Folgore e le ambizioni per la prossima stagione sportiva nel massimo campionato regionale, è il direttore tecnico e team manager della squadra, Nicola Zirpolo: «Abbiamo deciso di confermare un blocco di giocatori dello scorso anno», esordisce il dt viola, al secondo anno a Sambuceto, «e di integrarli con diversi nuovi innesti. I nuovi arrivi sono stati valutati da società e staff tecnico sia dal punto di vista calcistico che umano. Anzi, a tal proposito ci tengo a precisare che sono stati scelti prima gli "uomini" e poi i calciatori. Tutte le scelte relative alle conferme e all'eventuale acquisto di nuovi giocatori sono state fatte di concerto tra la società e gli input tecnico-tattici dell'allenatore. Ogni scelta fatta è stata quindi oculata, mirata e voluta da parte di tutte le parti in causa».
 E proprio in quest'ottica è lo stesso team manager viola a illustrare caratteristiche e peculiarità di ognuno degli undici nuovi acquisti che andranno a indossare la casacca della Folgore a partire dal campionato 2015-2016: «La scelta di Palena è stata fatta perché è uno dei migliori portieri della categoria. È inoltre un ragazzo serio e di esperienza, e rappresenta un esempio per tutto lo spogliatoio. Ad Alceo (Palena, ndr), si è scelto di affiancare Mario De Melis, sambucetese doc, che ha già avuto in passato la possibilità di lavorare proprio con Palena a Miglianico. Berardocco è una sorta di jolly, e può essere impiegato sia come difensore centrale che come centrocampista; nonostante la giovane età ha maturato grande esperienza ed è un giocatore motivatissimo. Amedoro è un ragazzo con grandi qualità e fortemente voluto dal mister che certamente darà il suo apporto. Battista è sicuramente tra i migliori centrocampisti in circolazione. È un giocatore di esperienza e di carisma; è stato il primo tassello sul quale la società ha puntato fortemente. Negli ultimi due anni Pizzola ha sfiorato le venti reti in Promozione: ha voglia di approcciarsi a questo nuovo campionato con grandi motivazioni. Per quanto riguarda Ciampoli, senza dubbio si tratta di un giocatore importante per l'Eccellenza, sul quale la società ripone grandi speranze e aspettative».
Oltre ai sette giocatori appena descritti, la compagine di Sambuceto ha rinforzato il comparto dei fuoriquota con quattro innesti di giovanissimi, ossia Alberico, Di Federico, Pantalone e Zaccagnini: «Ci siamo assicurati quattro tra i migliori fuoriquota nel panorama calcistico che hanno già avuto esperienze importanti nei "grandi"».
Proprio nelle ultime ore è giunta anche l'ufficialità dell'ottavo acquisto "in quota" da parte dei viola, che fa pertanto salire a 12 il numero dei volti nuovi approdati alla Cittadella dello Sport per il campionato 2015-2016. Si tratta di Mario Petito, attaccante del 1991 proveniente dal Miglianico, che il dt presenta così: «Petito è un giocatore importante con tre anni di militanza nel Miglianico», spiega Zirpolo, «nei quali ha avuto l'occasione di essere allenato da un mister importante come Tatomir».
Nonostante le numerose operazioni già portate a termine con netto anticipo rispetto all'inizio ufficiale della nuova stagione, il mercato della Folgore non sembra essere chiuso, come sottolinea lo stesso team manager Zirpolo: «Il mercato sicuramente non finisce qui», spiega il dt, «siamo vigili e in attesa di chiudere almeno altri due acquisti importanti che possano metterci in condizione di disputare un campionato all'altezza delle nostre aspettative». E proprio alle ambizioni e agli obiettivi per la prossima stagione in Eccellenza è dedicata la chiusura del team manager viola: «Essendo alla prima esperienza nel campionato di Eccellenza dopo diversi anni, ovviamente il mantenimento della categoria rappresenta l'obiettivo primario. Allo stesso tempo, però, puntiamo negli anni a diventare una realtà solida e concreta di questo campionato».

giovedì 18 giugno 2015

Presentazione ufficiale per il nuovo staff tecnico della Folgore Sambuceto. Diverse conferme, a partire dall'allenatore Franco Bianchi, e alcune new entry

Dopo aver annunciato diversi colpi di mercato, la compagine di Sambuceto ha appena ufficializzato lo staff tecnico per la prossima stagione in Eccellenza. Tra i confermati spicca ovviamente il timoniere del trionfo nel girone B di Promozione, Bianchi, e i suo fedele "secondo", Tortora, così come il collaboratore Marchetti e il team manager e direttore tecnico Zirpolo. Tra i volti nuovi, entrano a far parte dello staff Curci, Di Matteo, il dottor Rossodivita e Di Cola.
Partendo dall'allenatore, Franco Bianchi si appresta, con grande entusiasmo, a iniziare la sua terza stagione sulla panchina dei viola, dopo aver sfiorato i playoff nel primo anno e centrato la promozione in Eccellenza a suon di vittorie nella "cavalcata trionfale" dello scorso campionato: «Sono molto contento della riconferma», sono le prime parole del mister, «e di disputare per la prima volta il campionato di Eccellenza. È una novità per me e speriamo di toglierci qualche soddisfazione».
Al fianco di Bianchi, anch'egli al suo terzo anno a Sambuceto, agirà ovviamente l'inseparabile secondo Massimo Tortora, il quale rivestirà anche il ruolo di preparatore atletico e di allenatore della Juniores d'elite: «Da 11 anni collaboro con mister Bianchi, e quindi credo che la storia parli da sola. C'è feeling e ci relazioniamo in maniera costante su tutto, e il grande rapporto tra noi si consolida di anno in anno».
Giorgio Marchetti sarà invece il preparatore e collaboratore della prima squadra. Al suo secondo anno alla Folgore, il giovane laureato in scienze motorie spiega così l'incarico che andrà a ricoprire a partire dalla prossima stagione: «Da quest'anno darò una mano per quanto riguarda la preparazione atletica, con programmi specifici e personalizzati per ognuno dei giocatori in rosa».
Uno dei volti nuovi, almeno per ciò che concerne la prima squadra, sarà Fabrizio Di Matteo, nel ruolo di collaboratore tecnico. Già allenatore della categoria Esordienti per quanto riguarda il Settore Giovanile della Folgore, il mister approda così alla prima squadra viola: «Sono orgoglioso di essere stato chiamato e di entrare a far parte della famiglia viola nel primo anno del ritorno in Eccellenza. Cercherò di dare una mano all'allenatore sperando di dare il mio apporto a una persona che stimo molto come Franco Bianchi».
Il nuovo preparatore dei portieri sarà invece Luigi Curci, proveniente dal Montesilvano Colle, e con esperienze da giocatore in Calabria, a Castrovillari. Nel ruolo di fisioterapista agirà invece Stefano Di Cola, proveniente dalla Clinica "San Donato" di Guardiagrele, e con esperienze con il Guardiagrele Calcio.
Come punto di "raccordo" tra la squadra, lo staff tecnico e quello dirigenziale, anche quest'anno agirà, così come avvenuto nello scorso campionato, Nicola Zirpolo, il quale ricoprirà il ruolo di team manager e di direttore tecnico.
Infine, il nuovo medico sociale della squadra di Sambuceto sarà il dottor Florindo Rossodivita. Nel suo caso si tratta di un ritorno, dopo l'esperienza avuta proprio alla Folgore due anni fa: «Il mio desiderio», spiega il medico viola Rossodivita, «è quello di portare a Sambuceto impegno e collaborazione soprattutto con gli altri specialisti nel caso in cui ce ne fosse bisogno».
Ufficializzato tutto lo staff tecnico, resta ovviamente ancora aperto il calciomercato, con la società sempre attenta e vigile, e pronta a sferrare gli ultimi colpi per affrontare la nuova esperienza in Eccellenza dopo 22 anni di assenza.

venerdì 12 giugno 2015

Altri 5 colpi per la Folgore formato 2015-2016. Acquistati l'attaccante Pizzola, il centrocampista Zaccagnini, l'esterno basso Di Federico, il jolly Berardocco e il portiere De Melis

Folgore Sambuceto scatenata sul mercato in vista del prossimo campionato di Eccellenza conquistato dopo una cavalcata trionfale nel girone B di Promozione. I dirigenti viola stanno lavorando in maniera febbrile per cercare di mettere nelle mani di mister Bianchi una rosa pressoché completa e competitiva già prima del raduno della squadra che darà il via alla nuova stagione. E proprio in quest'ottica si inseriscono i cinque colpi messi a segno nelle ultime ore, e che vanno quindi ad aggiungersi agli altri pezzi pregiati già ufficializzati in precedenza; sono infatti appena approdati alla Cittadella dello Sport di Sambuceto l'attaccante Pizzola, il centrocampista Zaccagnini, l'esterno basso Di Federico, il jolly Berardocco e il portiere De Melis.
Partendo dalla zona offensiva, la Folgore si è assicurata le prestazioni del bomber Francesco Pizzola.
Classe 1992, di ruolo seconda punta, il giocatore proviene dal Goriano Sicoli, dove ha vissuto una esaltante stagione a livello personale, con ben 18 reti messe a segno in campionato e diversi assist all'attivo: «Sono lusingato da questa chiamata», le sue prime parole da giocatore viola, «perché è una società molto importante. Non vedo l'ora di mettermi in gioco con questa nuova maglia».
Scalando nella zona mediana, Lorenzo Zaccagnini rappresenta il nuovo centrocampista centrale fuoriquota della compagine di Sambuceto. Nato nel 1996 e proveniente dal Passo Cordone (dove ha disputato ben 33 partite), il giocatore di San Valentino si mostra subito fiducioso per la sua nuova esperienza: «Sono venuto qui con l'obiettivo di fare un buon campionato, e di mostrare al mister il mio impegno in allenamento. Cercherò di dare il massimo per meritarmi un posto in squadra».
Letteralmente "strappato" a un'agguerrita concorrenza di squadre pretendenti, Giorgio Di Federico è approdato alla corte del presidente Cacciagrano dal Chieti Calcio. Con i neroverdi teatini il giovanissimo esterno basso di fascia sinistra, classe 1997, ha già esordito in Serie D, ed è pronto a dare il suo contributo alla causa viola: «È un'ottima società», spiega Di Federico, «tutti me ne hanno parlato molto bene, e mi hanno anche detto che se avessi ricevuto una chiamata dalla Folgore, avrei dovuto accettare senza remore perché si tratta di una grande realtà».
Alessio Berardocco è invece il jolly classe 1991 che calcherà il sintetico di Sambuceto a partire dalla prossima stagione. L'ex della Flacco Porto (con la quale ha giocato nelle ultime quattro stagioni) può ricoprire in maniera indifferente sia il ruolo di difensore centrale che quello di centrocampista e, nonostante la giovane età, può vantare anche 3 campionati disputati in Eccellenza (due con il Francavilla, squadra della sua città, e uno con la Rosetana): «Alla Folgore sono contento di ritrovare il mio amico Simone Di Nardo, e anche Davide Silvaggi, dal quale spero di imparare qualcosa».
L'ultimo rinforzo appena giunto a Sambuceto è Mario De Melis, portiere classe 1992 proveniente dalla Valle del Foro, ma con svariate esperienze nel settore giovanile della Pro Vercelli, in C2 a Chieti, a Miglianico in Serie D, e con due campionati vinti alle spalle, rispettivamente con la Flacco Porto e il Silvi. Sambucetese doc, per De Melis si tratta quindi di una sorta di "ritorno a casa": «Spero di fare del mio meglio, perché Sambuceto è casa mia. Avanti a me ritrovo Alceo Palena con cui ho già giocato, e che oltre a essere un amico, penso sia uno dei portieri più bravi del calcio dilettantistico abruzzese, e non soltanto dell'Eccellenza. Quello che posso promettere è il massimo impegno, e cercherò di dare tutto me stesso in allenamento per tentare di "mettere in difficoltà" l'allenatore nelle scelte domenicali».

mercoledì 10 giugno 2015

I viola si assicurano le prestazioni di altri due giovanissimi tasselli per il prossimo campionato di Eccellenza. Si tratta degli esterni fuoriquota Pantalone (classe 1996) e Alberico (1997)

Prosegue senza sosta la campagna di rafforzamento della Folgore Sambuceto per il campionato di Eccellenza 2015-2016.
Dirigenti e staff viola sono infatti costantemente all'opera sul mercato per affidare all'allenatore Franco Bianchi elementi validi e di prospettiva per affrontare la massima competizione regionale.
Dopo i quattro grandi colpi messi a segno la scorsa settimana, il sodalizio sambucetese annuncia l'ingresso di altri due tasselli nel comparto "fuoriquota": Giuseppe Pantalone e Lorenzo Alberico.
Per quanto riguarda Pantalone, il giovane calciatore, classe 1996, proviene dalla Virtus Ortona, e il suo ruolo naturale è quello di esterno basso di fascia sinistra.
Lorenzo Alberico è nato invece nel 1997 e la sua corsia di competenza è quella di destra (sempre nel ruolo di esterno difensivo). Nell'ultima stagione ha indossato la maglia del Tre Ville.
 I due promettenti fuoriquota si aggiungono quindi al portiere Palena, ai centrocampisti Battista e Amedoro, e all'esterno Ciampoli, acquistati dalla Folgore durante il corso della settimana appena passata.
 Nonostante i 6 acquisti appena descritti già messi a segno, e una rosa di partenza già competitiva (alla luce anche del brillante trionfo nel girone B di Promozione appena ottenuto), formata dallo "zoccolo duro" della squadra 2014-2015, i vertici della Folgore restano vigili e attenti sul mercato, e sono pronti a sferrare ulteriori colpi nei prossimi giorni.

venerdì 5 giugno 2015

Tutti i componenti della Folgore Sambuceto, la società, la dirigenza, lo staff tecnico e la squadra si stringono attorno al dolore che ha colpito il giocatore Simone Di Nardo per la perdita del padre Roberto.
A Simone e a tutta la famiglia Di Nardo vanno le più sentite condoglianze da parte del sodalizio viola.
Palena col presidente Cacciagrano e il dg Di Francesco
Quattro nuovi arrivi in casa Folgore Sambuceto. Si tratta del portiere Palena, dei centrocampisti Battista e Amedoro, e dell'esterno alto Ciampoli, oltre a Luigi Curci come preparatore dei portieri 

Battista col team manager Zirpolo e il co-presidente Ciarciaglini
Dopo aver chiuso in maniera trionfale lo scorso campionato di Promozione (primo posto a +16 dalle principali avversarie), la Folgore Sambuceto si prepara ad affrontare, dopo 22 anni, il prossimo campionato di Eccellenza.
E, per prepararsi al meglio alla massima competizione regionale, i viola hanno iniziato col botto il proprio mercato.
Quattro sono infatti i colpi appena messi a segno dalla compagine sambucetese, che si è assicurata le prestazioni di un poker d'eccezione. Alla corte del confermato mister Bianchi sono infatti giunti il portiere Palena, i centrocampisti centrali Battista e Amedoro, e l'esterno alto Ciampoli. Oltre a loro, presentato
Amedoro col co-presidente Ciarciaglini e il presidente Cacciagrano
anche il nuovo preparatore dei portieri, Luigi Curci, che sostituisce Simone Pettinari, al quale la società fa i migliori auguri per il proprio futuro personale e professionale.
Partendo dalla retroguardia, a difendere i pali viola dalla prossima stagione sarà quindi Alceo Palena, portiere classe 1983 con grande esperienza nell'Eccellenza e in Serie D, appena giunto dal Miglianico: «Porto con me», queste le prime parole del nuovo numero 1 viola, «un po' di esperienza, visto che ho 32 anni, ma soprattutto ho una gran voglia di fare bene qui a Sambuceto».
Ciampoli col team manager Zirpolo e il co-presidente Ciarciaglini
Il secondo grande acquisto per affrontare l'Eccellenza operato dalla Folgore è Marco Battista, nato nel 1985 e proveniente dal San Salvo, con numerose esperienze in Eccellenza e anche in D: «Sono un centrocampista a cui piace sia spezzare che costruire il gioco», si descrive così il neo arrivato, «e cercherò di fare entrambe le cose al meglio con questa nuova maglia».
Sempre restando in mediana, dallo Scafa è stato prelevato Simone Amedoro. Classe 1994, il centrocampista è una "vecchia conoscenza" dell'allenatore Franco Bianchi: «Conosco il mister perché mi ha allenato negli Esordienti a Scafa, e come tipo di centrocampista prediligo impostare l'azione».
Il preparatore dei portieri Luigi Curci
Il quarto nuovo ingresso per i viola, di professione esterno alto, giunge da Miglianico. Si tratta di Mattia Ciampoli, classe 1990 e reduce da tre campionati già disputati in Eccellenza: «Sono un esterno destro o un'ala», spiega Ciampoli, «e il mio obiettivo principale sarà quello di mettere gli attaccanti in condizione di fare gol. Cercherò di dare il massimo in ogni partita».
Abbandonando infine il campo, le novità della compagine di Sambuceto formato 2015-2016 riguardano anche lo staff tecnico. Luigi Curci, con esperienze nel settore giovanile del Sant'Anna e col Montesilvano Colle come preparatore, e in Calabria (a Castrovillari) da giocatore, è stato infatti scelto come nuovo preparatore dei portieri: «Raccolgo un'eredità importante come quella di Simone Pettinari. Lo ritengo un amico e voglio ringraziarlo, così come sono grato alla società, al team manager Nicola Zirpolo e all'allenatore per avermi dato questa opportunità».
La nuova stagione dei viola non è ancora ufficialmente iniziata ma sono stati già assestati i primi quattro colpi, anche se il mercato è ancora in fermento e sono in programma ulteriori novità e sorprese nei prossimi giorni.

Sponsor

Blog Archive

Powered by Blogger.

Sponsor

Popular Posts