domenica 22 febbraio 2015

FOLGORE SAMBUCETO: D'Ettorre, Corneli, Alfini, Di Martile, Briosci, Silvaggi, Montagna (dal 14' st De Leonardis), Serafini, Maraschio (dal 16 st Bucceroni), Di Nardo, Vaccaro ( dal 30' st Fedele). A disposizione: Segalotti, Argento, Di Rito, Di Bartolomeo. Allenatore: Franco Bianchi.

LAURETUM: Oretti, Bucciarelli, Pellegrini, Rullo, Romanelli, Aron, Rincione (dal 39' st D'Armi), Camoso, Di Fazio, Di Pietro (dal 14' st Chiavaroli), Masetta (dal 1' st Bottini). A disposizione: Di Benedetto, Casale, Donatelli, Sposetti.  Allenatore: Fabio Nepa.

Arbitro: Luca Leone di Teramo
Reti: 44' pt Maraschio
Ammoniti: Rullo, Bottini e Oretti (L), Silvaggi e Bucceroni (FS)

Il ritorno al gol di Maraschio coincide con il ritorno alla vittoria della Folgore dopo lo stop casalingo col River Casale e il pareggio esterno contro la Val di Sangro. Protagonista assoluto del match, oltre al "ritrovato" centravanti viola, il portiere D'Ettorre, autore quest'oggi dell'assist per il gol-vittoria e di una strepitosa parata sul triplice fischio che vale quanto una rete.
Sotto la pioggia battente della Cittadella dello Sport si affrontano la capolista e il Lauretum, squadra che si mostra in forma nonostante una classifica sin qui deficitaria. Gli ospiti di mister Nepa schierano in avanti l'ex Di Fazio, mentre dal versante opposto l'ariete Maraschio ritrova il suo posto al centro dell'attacco nell'undici di mister Bianchi
La prima occasione del match, al 21esimo, porta proprio la firma del bomber di Carovigno: Corneli si invola infatti sulla fascia destra e pennella al centro un cross per l'accorrente Maraschio. Il tiro a botta sicura dell'attaccante viene però respinto da Oretti che si oppone con il corpo e sventa così la minaccia. Dall'altro lato è invece l'ex Di Fazio a rendersi pericoloso in un paio di occasioni (al minuto 23 e al 31esimo); in entrambi i casi l'avanti del Lauretum si esibisce nel tiro dalla lunga distanza ma, se nella prima occasione la mira risulta imprecisa, nella seconda è D'Ettorre a opporsi in due tempi.
Il primo tempo sembra scivolare via senza ulteriori emozioni, ma a un minuto dal termine è Maraschio, al rientro a pieno regime dopo un lungo periodo di convalescenza dovuto a un fastidioso infortunio, a spaccare l'equilibrio del match.
D'Ettorre abbranca la sfera e lascia partire un lunghissimo e stilisticamente perfetto rilancio proprio in direzione del numero 9 pugliese; Maraschio lascia rimbalzare la sfera e poi, all'improvviso, scocca un tiro a incrociare sul secondo palo, che trafigge inesorabilmente il portiere ospite per l'1 a 0 della Folgore.
Le squadre vanno così al riposo con il vantaggio dei padroni di casa. Nella seconda frazione parte la girandola dei cambi da parte dei due allenatori (a tal proposito, da segnalare l'ottima prova del classe 1997 De Leonardis, mandato in campo da Bianchi), ma le occasioni da rete vere stentano ad arrivare da entrambe le parti.
Al minuto 67 è Di Nardo (a segno da 5 turni consecutivi) a cercare di arrotondare il punteggio con un'azione personale, ma il suo tiro si spegne a lato. L'occasione più ghiotta per il 2 a 0 capita però una decina di minuti più tardi sui piedi di Bucceroni. L'attaccante viola, da poco entrato al posto del "match-winner" Maraschio, si invola verso la porta avversaria a tu per tu con Oretti, ma si fa ipnotizzare al momento del tiro, preferendo la conclusione personale al servizio centrale per DI Nardo.
Nei minuti finali è il Lauretum ad affacciarsi dalle parti della retroguardia della Folgore alla ricerca disperata del pareggio, ma è di nuovo Bucceroni a sfiorare il raddoppio per i viola: allo scadere del tempo regolamentare, infatti, l'attaccante colpisce la traversa con un imperioso colpo di testa su traversone dalla destra dell'altro neo-entrato Fedele.
Gli ultimi istanti di gara fanno però salire in cattedra nuovamente il portiere della Folgore: D'Ettorre vola letteralmente a "togliere la ragnatela" nel sette alla sua destra per deviare l'insidiosissima conclusione di Chiavaroli nell'ultimo dei 4 minuti di recupero concessi dal direttore di gara. La gara si conclude così sull'1 a 0 per i padroni di casa, che tornano a marciare a pieno ritmo in vetta alla classifica. Per il Lauretum, invece, una buona prova al cospetto della capolista che fa ben sperare per il futuro in campionato.













0 commenti:

Posta un commento

Sponsor

Powered by Blogger.

Sponsor

Popular Posts