mercoledì 4 febbraio 2015

Daniele Corneli
Il giovanissimo esterno basso Corneli, al suo primo anno a Sambuceto: «Il primato in classifica è il frutto dell'impegno e del lavoro negli allenamenti. Ora, data la posizione, non posiamo nasconderci e non provarci per la promozione diretta»

Il "treno" che fino a oggi ha permesso alla Folgore di arrivare fino alla vetta della classifica non può sicuramente prescindere dai suoi principali artefici. E, in particolare, il "binario 2" dei viola ha trovato in Daniele Corneli un elemento di grandissimo affidamento e dal rendimento altissimo.
Ventuno presenze in altrettanti incontri disputati nel girone B di Promozione ne sono la principale testimonianza: l'esterno basso di fascia destra è infatti un '"onnipresente" in casa Folgore, non avendo mai "saltato" un incontro nella stagione in corso. Se poi al tutto si aggiunge il fatto che si tratta di un giocatore classe 1996, allora si capisce come il giovanissimo calciatore sia riuscito a conquistarsi la fiducia del mister e di tutto l'ambiente in maniera pressoché completa e ineccepibile.
E, a tal proposito, è proprio Corneli a svelare un particolare relativo al suo approdo a Sambuceto dopo un anno trascorso all'Hatria: «Prima di arrivare qua conoscevo soltanto Matteo Alfini, che mi ha sempre parlato benissimo dell'ambiente e della società della Folgore. In pratica posso dire che è stato proprio lui a fare da "traino" affinché arrivassi a Sambuceto. Perciò - prosegue il terzino - non posso che ringraziarlo per avermi fatto scoprire questo nuovo "mondo" di Sambuceto. Inoltre per me è stato un piacere riuscire a tornare a giocare con lui dopo l'esperienza di qualche anno fa a Poggio degli Ulivi».
Nonostante anagraficamente sia quasi sempre il più piccolo degli undici che ogni domenica scendono in campo con la casacca viola, l'inserimento dell'esterno basso di Silvi all'interno della realtà Folgore è stato semplice e immediato come ci tiene a sottolineare egli stesso: «Ho trovato un grande gruppo e una grandissima società che mi ha accolto in maniera fantastica. Inoltre tutti sono sempre pronti ad aiutarmi in ogni situazione. In particolare - sottolinea Corneli - penso al capitano Briosci, che occupa la posizione di centrale al mio fianco, e che è sempre prodigo di consigli nei miei confronti; la carica che riesce a trasmettermi con le sue parole è davvero notevole».
Grazie all'apporto dell'esterno e di tutti gli altri compagni che sono scesi in campo fino a questo momento, la Folgore è riuscita a risalire fino alla vetta della classifica, e a mantenerla fino a oggi (forte dell'imbattibilità stagionale e di un girone di ritorno fin qui a punteggio pieno): «Credo che la posizione in classifica sia ampiamente meritata - specifica il "numero 2" viola - perché vedo il sacrificio e l'impegno che l'allenatore e tutti i miei compagni mettono durante la settimana. In sostanza penso che il primato sia una sorta di conseguenza, o di giusto "premio", per il proficuo lavoro di tutti in allenamento».
Dopo 22 turni di campionato giocati, la Folgore si trova pertanto in vetta a quota 47 in classifica, a +5 dalla seconda. Una situazione, questa, che ha ovviamente indotto a riformulare gli obiettivi di inizio stagione (con la società che ambiva a un posto nei playoff come obiettivo stagionale dichiarato), come spiega lo stesso Corneli: «Una volta raggiunta la nostra attuale posizione, sarebbe da "sciocchi" non provarci per la promozione diretta. È per questo che, da qui alla fine, per noi saranno tutte delle finali: dobbiamo e vogliamo provarci fino in fondo».
Domenica prossima, per la quinta di ritorno, il calendario prevede per la Folgore la sfida alla Cittadella dello Sport contro il River Casale. All'andata, a Chieti, era stato un gol in extremis del capitano Briosci a decidere la sfida a favore dei viola: «In quell'occasione siamo riusciti ad avere la meglio in una sfida difficile, su un campo piccolo dove loro si esprimono al meglio. Domenica prossima - conclude Corneli - cercheremo quindi di far valere il fattore campo, tenendo sempre presente che il River Casale è una buona squadra e sta attraversando un buon momento di forma».

0 commenti:

Posta un commento

Sponsor

Powered by Blogger.

Sponsor

Popular Posts