domenica 8 marzo 2015

FOLGORE SAMBUCETO: D'Ettorre, Corneli, Di Bartolomeo, Di Martile, Briosci, Silvaggi, Alfini (dal 33' st Spadaccini), Serafini, Bucceroni (dal 35' st Maraschio), Di Nardo, Vaccaro (dal 17' st Fedele). A disposizione: Segalotti, Argento, De Leonardis, Di Francesco. Allenatore: Franco Bianchi.

IL DELFINO FLACCO PORTO: D'Intino, Fiore, Casalena, Berardocco (dal 6' st Farina), Marcovecchio (dal 6' st Di Giacomo), Terzini, Di Lisa, Di Iulio (dal 8' st Di Francesco), Ferrandina, De Leonardis, Sciarra. A disposizione: Leonbruni, Rucci, Datore, Ascenzo. Allenatore: Chiacchiaretta.

Arbitro: Alessio Miccoli di Lanciano
Reti: 2' st Di Bartolomeo (FS), 6' st Di Nardo (FS), 28' st rig. Ferrandina (DFP)
Ammoniti: Berardocco, (DFP), Briosci e Di Nardo (FS)

La Folgore riesce ad avere la meglio del Delfino Flacco Porto in un incontro entusiasmante disputato tra le due formazioni più in forma del momento nel girone B di Promozione. Le reti portano la firma del "sambucetese doc" Di Bartolomeo, di Di Nardo (ex proprio della compagine pescarese), autore di un eurogol al volo dalla trequarti, e di Ferrandina su calcio di rigore per gli ospiti.
La prima frazione di gioco scivola via veloce, con le due squadre che combattono ad armi pari principalmente a centro campo, favorite anche da un direttore di gara "all'inglese", che sceglie di non punire gli interventi veniali (da entrambe le parti) agevolando così il tempo effettivo di gioco. Le prime due conclusioni a rete portano pertanto la firma dei due numeri 11 in campo, vale a dire il viola Vaccaro e Sciarra: in entrambi i casi, però, la mira dei due attaccanti è leggermente imprecisa, e le loro conclusioni si spengono di poco alte sulla traversa. Prima del duplice fischio c'è però ancora il tempo per una conclusione per parte. Al minuto 38 gli ospiti si fanno insidiosi con Casalena che serve De Leonardis, il cui tiro viene neutralizzato da D'Ettorre in due tempi. Al 42esimo è invece Briosci, con un bolide su punizione da una trentina di metri a sfiorare il vantaggio per la Folgore.
La prima frazione, di "studio" tra le due compagini, si chiude così a reti bianche.
Alla ripresa, però, la musica cambia completamente, con entrambe le squadre visibilmente più aggressive e pronte a sfidarsi a viso aperto alla ricerca dei tre punti.
è infatti appena scoccato il secondo minuto di gioco quando la Folgore decide di spaccare l'equilibrio del match a proprio favore. Sugli sviluppi di un corner dalla destra è infatti Serafini a svettare più in alto degli altri, ma la sua "inzuccata" pare indirizzata sul fondo: in suo aiuto corre però Di Bartolomeo, che di testa corregge la traiettoria della palla, la quale si insacca così alle spalle dell'incolpevole D'Intino per il momentaneo 1 a 0. Gioia incontenibile per il baby di casa Di Bartolomeo (classe 1995), che raccoglie l'abbraccio di tutti i suoi compagni.
Il Delfino Flacco Porto non fa però in tempo ad assorbire il colpo, perché nel volgere di soli 4 minuti i viola raddoppiano: questa volta è Di Nardo, che da vero "cecchino", sfrutta un'uscita fuori area del portiere ospite, e lascia partire un tiro al volo dalla lunghissima distanza che si insacca in rete; lo splendido arcobaleno disegnato dall'attaccante della Folgore fa "esplodere" la Cittadella dello Sport.
Il doppio colpo subìto non demoralizza però il Delfino Flacco Porto, che si dimostra vera squadra rivelazione di quest'anno in Promozione, e formazione in forma. Gli ospiti mettono in atto una veemente reazione, e la partita, se possibile, diventa ancora più bella e affascinante sia sul piano tecnico che agonistico.
La compagine pescarese riesce a dimezzare lo svantaggio al minuto 73, quando il direttore di gara concede la massima punizione per un atterramento in area; dal dischetto si presenta Ferrandina che, con un tiro centrare, beffa l'incolpevole D'Ettorre (tuffatosi alla sua destra) e fissa il punteggio sul 2 a 1. Lo spettacolo prosegue quindi senza soluzione di continuità, con gli ospiti che cercano il pareggio, e i padroni di casa pronti a sfruttare qualsiasi disattenzione per chiudere definitivamente i conti. Si entra così nei minuti di recupero, ormai ribattezzati "zona D'Ettorre" dalle parti di Sambuceto.
L'estremo difensore viola, infatti, anche questa volta sale sugli scudi negli attimi finali del match, e decide di serrare a doppia mandata la saracinesca alle proprie spalle: nell'ultimo minuto di recupero il numero uno della Folgore si oppone con on prodigioso intervento in angolo e, sul successivo corner ospite, concede il bis, respingendo con il corpo la conclusione a botta sicura di un giocatore del Delfino Flacco Porto. La partita si conclude così sul punteggio di 2 reti a uno per i padroni di casa, che riescono a ottenere i tre punti in un bell'incontro disputato per larghi tratti ad armi pari tra i ventidue in campo. La Folgore prosegue pertanto il proprio cammino in vetta, mentre gli uomini di Chiacchiaretta, seppur sconfitti, possono comunque guardare al futuro con ottimismo, vista l'ottima prova odierna.

























0 commenti:

Posta un commento

Sponsor

Powered by Blogger.

Sponsor

Popular Posts