domenica 20 settembre 2015

Il Sambuceto vince e convince, e conquista la prima vittoria in campionato in Eccellenza. Gli uomini di mister Grillo superano il Miglianico nella "partita degli ex", con diversi giocatori che nel corso della loro carriera hanno indossato entrambe le casacche.
Il tecnico dei viola lancia subito nella mischia il neo arrivato Bucceroni, e i padroni di casa partono forte e molto aggressivi nella metà campo del Miglianico, e alla prima vera occasione riescono a passare.
Al minuto numero 20 due giocatori viola vengono atterrati in rapida successione in area: nel primo intervento è Alberico a cadere sul contrasto di Di Pompeo, e nel secondo è Rossi Finarelli colpito da Conversano a toccare il sintetico della Cittadella dello Sport. L'arbitro punisce il secondo dei due interventi e indica il dischetto del rigore.
Dagli undici metri si presenta lo stesso Rossi Finarelli, che di precisione manda la palla in buca d'angolo a fil di palo alla sinistra di Pompei, portando i suoi sull'1 a 0. Il Miglianico, scosso dalla rete subita, prova ad affacciarsi dalle parti di Palena, ma la manovra ospite risulta poco inciasiva. Sul finire della prima frazione, da segnalare l'uscita dal campo di Bucceroni (sostituito da Ciampoli), probabilmente per un infortunio del quale si valuterà l'entità nelle prossime ore.
 Il secondo tempo si apre invece con il radoppio di Di Nardo, che penetra come un coltello nel burro tra le maglie della difesa ospite e con un preciso diagonale insacca per il 2 a 0. Il Miglianico prova a riaffacciarsi in attacco, senza però risultare incisivo nella manovra, e senza impegnare in maniera consistente l'estremo viola Palena.
Al 32esimo della ripresa, l'occasione più pericolosa per gli ospiti, con Silvaggi che, quasi sulla linea di porta, riesce a sventare la minaccia e a mantenere inviolata la propria retroguardia. L'incontro termina così, senza ulteriori sussulti, con la squadra di Grillo che ottiene per la prima volta il bottino pieno in questa stagione, e conferma il trend positivo iniziato domenica scorsa con il punto conquistato ad Alba Adriatica.
Mercoledì prossimo, sempre alla Cittadella dello Sport, il Sambuceto affronterà un'altra delle compagini considerate come possibili "corazzate" del girone, la Renato Curi Angolana. Qui di seguito il tabellino dell'incontro:

SAMBUCETO CALCIO – MIGLIANICO 2-0

SAMBUCETO CALCIO: Palena, Alberico, Di Federico, Battista, Silvaggi, Briosci, Di Martile, Bucceroni (dal 41' pt Ciampoli), Rossi Finarelli, Di Nardo (31' st Berardocco), Zaccagnini (dal 20' st Spadaccini).
A disposizione: De Melis, Sablone, Di Rito, Petito. 
Allenatore: Gennaro Grillo.

MIGLIANICO: Pompei, Di Muzio, Di Pompeo, Ferri, Tacconelli, Conversano, Di Michele (dal 31' st Di Vito), Adorante (dal 45' st Perfetti), Damiano (dal 1' st D'Amore), De Leonardis, Torsellini.
A disposizione: Ferrara, Fiaschi, Nicolò, Giandonato.
Allenatore: D'Ambrosio

Arbitro: Niccolò Alleva di Teramo (Marrollo di Vasto e Di Risio di Lanciano)
Reti: 21' pt rig. Rossi Finarelli, 2' st Di Nardo
Ammoniti: Di Federico, Battista e Silvaggi (S), Ferri e D'Amore (M)
Espulsi: -




















giovedì 17 settembre 2015

Il Sambuceto Calcio annuncia il gradito ritorno di Luca Bucceroni, jolly d'attacco: «Prometto massimo impegno e serietà, e sono a disposizione del mister Grillo». Ceduti Pizzola e Amedoro

Ha scelto di tornare sul "luogo del delitto" e, dopo aver punito per ben 12 volte le difese avversarie durante lo scorso campionato, contribuendo quindi in maniera significativa alla promozione in Eccellenza della squadra, si è "ripreso" il massimo campionato regionale.
Luca Bucceroni, jolly d'attacco di Guardiagrele classe 1988, è infatti "tornato a casa" a Sambuceto, fortemente voluto dalla società viola. Dopo la breve parentesi a Casalbordino, dove domenica scorsa è stato protagonista della vittoria con un gol e un assist nel 2 a 1 finale, l'attaccante è quindi rientrato alla Cittadella dello Sport: «Sono felice di tornare, Sambuceto è una grande società, quindi sono davvero contento».
Il pensiero di Bucceroni è però rivolto anche alla sua ormai ex squadra, della quale ha avuto un'impressione davvero positiva: «Ringrazio il Casalbordino che mi ha permesso di cogliere questa opportunità. Sono grato alla società, al mister, ai compagni e ai tifosi, che sono molto calorosi. Mi auguro che il Casalbordino quest'anno faccia molto bene in campionato». A Sambuceto il jolly offensivo sarà allenato da mister Grillo, subentrato al dimissionario Bianchi: «Conosco il mister di fama, e mi ricordo che le sue squadre giocano un bel calcio. È un ottimo tecnico, e quando era a Mosciano fece un grande campionato, e la squadra si esprimeva davvero bene in campo». Sulla possibile posizione in campo con il nuovo allenatore, Bucceroni conferma il proprio spirito di abnegazione, rimettendosi completamente alle scelte di Grillo: «Sono a disposizione del mister, spetta quindi all'allenatore scegliere se, quando e dove farmi giocare. Da parte mia prometto massimo impegno durante gli allenamenti».
 E proprio in riferimento alle "promesse" di inizio stagione, il neo acquisto ha le idee chiare: «Cercherò di non far mai mancare il mio apporto in termini di impegno e serietà. Metterò sempre il massimo in allenamento e in campo quando sarà chiamato, sperando prima di tutto che la squadra possa far bene».
 Le premesse ci sono quindi tutte, per un giocatore che ha già acquisito diverse esperienze proprio nel massimo campionato regionale, con i due anni trascorsi alla Spal Lanciano e la stagione con il Guardiagrele, oltre alla Serie D con la Val di Sangro.
 Contestualmente all'acquisto di Bucceroni, la società viola annuncia anche le cessioni dell'attaccante Pizzola, passato al Sulmona, e del centrocampista Amedoro, trasferitosi al Raiano.
 La prossima giornata di Eccellenza, terzo turno di campionato, vedrà il Sambuceto impegnato in casa contro il Miglianico. I viola, dopo aver "sbloccato" la propria classifica con il pareggio esterno di Alba Adriatica, proveranno a proseguire il proprio cammino e a "rifarsi" dopo lo stop della Cittadella dello Sport all'esordio contro la corazzata San Salvo (che attualmente si trova in testa a punteggio pieno dopo aver superato domenica scorsa proprio il Miglianico).

sabato 5 settembre 2015

Presentazione ufficiale del Sambuceto Calcio in Comune, con l'in bocca al lupo del sindaco Marinucci e dell'assessore Martelli: «Grande soddisfazione per il raggiungimento dell'Eccellenza»

Sala dell'Accademia Musicale in piazza San Rocco per un pomeriggio tinta di viola per la presentazione ufficiale del Sambuceto Calcio formato 2015-16. La squadra è stata infatti accolta e salutata dal sindaco Marinucci e dall'assessore allo Sport, Martelli, in vista dell'ormai prossimo avvio del campionato di Eccellenza. Numerosi i volti nuovi in casa sambucetese, a partire dall'allenatore Gennaro Grillo, e poi i diversi acquisti giunti durante la sessione del calciomercato per rafforzare la squadre neo promossa nel massimo campionato regionale.
 Insieme a loro, anche i giocatori e lo staff della cosiddetta "vecchia guardia", protagonisti, durante lo scorso anno, della splendida cavalcata in vetta al girone B di Promozione, culminata con il salto di categoria diretto con 16 punti di vantaggio rispetto alle principali avversarie.
 Il primo cittadino di San Giovanni teatino ha salutato il gruppo viola soffermandosi su uno degli aspetti che da anni contraddistingue la compagine del Sambuceto Calcio, quello relativo al concetto di "squadra": «La funzione di una squadra, in tutti i campi, e non soltanto nel calcio, è quella che risponde al concetto di unione: uniti si crea infatti la forza e si riescono a raggiungere gli obiettivi. Il mio augurio», ha proseguito Marinucci, «è che vi possiate divertire. Quest'anno la soddisfazione è maggiore, perché siamo riusciti a riportare questo simbolo e questi colori dove meritano. Per noi è motivo d'orgoglio anche la nuova denominazione di "Sambuceto Calcio"».
 L'assessore Efrem Martelli ha invece parlato col cuore e da vero tifoso viola ha incitato tutta la cittadinanza: «Sono un assessore che porta bene, poiché sono entrato in giunta a marzo e la squadra ha vinto il campionato. Per quest'anno ho fatto subito l'abbonamento, e seguirò quindi direttamente le partite del Sambuceto. A tal proposito, desidero invitare anche tutti gli altri tifosi e concittadini a sottoscrivere l'abbonamento per le gare casalinghe della squadra».
 Il presidente del sodalizio viola, Sandro Cacciagrano, dopo aver ringraziato l'amministrazione comunale, ha invece delineato obiettivi e auspici per la nuova stagione: «Sappiamo che la stagione è difficile, però ce la metteremo tutta. È un campionato che noi personalmente non conosciamo, ma saremo sempre vicini alla squadra e al suo timoniere, Grillo, che invece è esperto della categoria. Quest'anno abbiamo un bel gruppo e, per quanto ci riguarda», ha proseguito il massimo dirigente viola, «il risultato è e resta importante, ma la prima cosa che conta è essere "leali". La lealtà è infatti un principio fondamentale per questa società, così come il rispetto dei ruoli, sia in campo che fuori».
Sulla stessa lunghezza d'onda, anche il co-presidente del Sambuceto Calcio, Giustino Ciarciagini che, da vero tifoso "sanguigno", e forse con un pizzico di scaramanzia, ha preferito non svelare le carte sulle ambizioni dei viola: «Tempo fa avevo detto che avrei dato un'opinione a fine settembre sulle ambizioni della squadra, ma già allora mi ero sbilanciato svelando un certo ottimismo. Sarà però il campo a farci capire ciò che potremo fare. Ciò che posso dire è che mi aspetto un campionato di tranquillità, in linea con gli obiettivi stagionali, ed è per questo che faccio il mio personale in bocca al lupo a tutta la squadra, al mister e allo staff».
 Chiamato direttamente in causa, anche l'allenatore Grillo non si è di certo sottratto al ruolo di responsabilità che lo attende alla guida del Sambuceto: «Da parte mia non farò mai mancare impegno e professionalità. Quello che possiamo promettere anche come squadra, è che renderemo onore al nome del Sambuceto Calcio».
 L'in bocca al lupo per la squadra e per il campionato è poi giunto anche dal direttore sportivo, Gabriele Liberatore, e dal direttore generale, Augusto Di Francesco: «Abbiamo scelto singolarmente tutti i componenti della rosa di quest'anno, perché pensavamo potessero fare al caso nostro. Abbiamo quindi fatto uno sforzo importante. Il nostro obiettivo principale», ha concluso il dg, «non è portare la squadra al vertice d'Abruzzo, ma la città, farla conoscere e portarla in giro in tutta la regione come un esempio positivo».

Sponsor

Powered by Blogger.

Sponsor

Popular Posts