lunedì 30 novembre 2015

Un cinico Paterno riesce a espugnare la Cittadella dello Sport e a battere il Sambuceto nella 14esima giornata del campionato di Eccellenza. La capolista, cinica e spietata, colpisce due volte e centra il bersaglio grosso, interrompendo la miniserie positiva dei viola reduci da due vittorie consecutive.
La prima occasione del match è di marca ospite, e porta la firma di Carosone: il suo rasoterra viene però ottimamente respinto da D'Ettorre in uscita bassa. Al 20esimo il portiere di casa si ripete deviando in angolo un'insidiosa conclusione di Albertazzi. Al 23esimo Silvaggi, colpito da Carosone, sanguina copiosamente da una tempia ed è costretto a lasciare il campo per alcuni minuti, mentre l'arbitro mostra il cartellino giallo al numero 9 dei nerazzurri.
Cinque minuti dopo il Paterno sblocca il risultato approfittando di un errore della difesa del Sambuceto: Gabrieli capitalizza al massimo una palla da spingere solamente dentro a pochi passi dalla linea di porta sugli sviluppi di un corner e porta in vantaggio i suoi. La partita, fino a quel momento avara di vere emozioni, si "sveglia" improvvisamente, e sono i padroni di casa a sfiorare il pareggio in due occasioni prima del riposo. Nella prima, Ciampoli pennella un cross dalla destra per la testa di Petito il quale si tuffa ma non inquadra la porta. A un minuto dalla fine della prima frazione è Rossi Finarelli, servito da Alberico a girarsi in area e a tirare, chiamando al miracolo Di Girolamo: il portiere ospite risulta prodigioso nel deviare in angolo la sfera indirizzata all'angolino basso alla sua sinistra.
Nella seconda frazione il Sambuceto appare più pimpante alla ricerca del pareggio, ma nel momento di massimo sforzo subisce la seconda rete della capolista: Carosone trasforma nel 2 a 0 un cross rasoterra proveniente dalla sinistra. La seconda rete, giunta sulla seconda vera palla gol avuta dai marsicani, taglia letteralmente le gambe ai padroni di casa, che provano a raddrizzare le sorti del match ma con poca fortuna e lucidità. La capolista Paterno mostra così uno dei motivi per i quali si trova in vetta, ossia la capacità di capitalizzare al meglio le occasioni avute anche in una partita non particolarmente brillante. Per il Sambuceto, invece, una prova leggermente più opaca rispetto alle precedenti prestazioni, condita però anche da alcune defezioni importanti, tra le quali quella del capitano Briosci e del centrocampista Battista, appiedato dal giudice sportivo per le ammonizioni cumulate. I viola non sono riusciti quindi nell'impresa di "omaggiare" le vecchie glorie del calcio sambucetese degli anni Sessanta giunti a far visita alla squadra proprio in occasione del match odierno.
Qui di seguito il tabellino dell'incontro:

SAMBUCETO CALCIOPATERNO 0-2

SAMBUCETO CALCIO: D'Ettorre, Alberico Sablone, Ciuffetti (7' st Corneli), Silvaggi, Berardocco, Ciampoli, Zaccagnini, Rossi Finarelli (14' st De Rentiis), Di Nardo, Petito (1' st Bucceroni).
A disposizione: D'Azzeo, Ursini, Di Rito, Spadaccini.
Allenatore: Gennaro Grillo.

PATERNO: Di Girolamo, Iaboni, Amore, Tuzi, Gabrieli, D'Amico, Santucci, Albertazzi (25' st Ciurlia), Carosone (29' st Pendenza), Catalli (38' st Di Stefano), Miccichè.
A disposizione: Vergari, Cordischi, Liberati, Stornelli.
Allenatore: Fabio Iodice

Arbitro: Paolo Armando Mulas (Sassari)

Reti: 28' pt Gabrieli, 7' st Carosone

Ammoniti: D'Ettorre, Silvaggi, Rossi Finarelli, Di Nardo (S), Gabrieli, Santucci, Carosone

domenica 15 novembre 2015

Una grande prova di carattere e l'esecuzione della "legge" della "BucceZona" permettono al Sambuceto di tornare alla vittoria in Eccellenza contro il 2000 Calcio Acqua&Sapone, in una partita all'ultimo respiro. I padroni di casa partono a razzo e dopo soli 3 giri di lancette il neo acquisto D'Ettorre si esibisce in una delle specialità della casa, l'assist, servendo Di Nardo al limite dell'area. L'attaccante prova a tirare, ma sul rimpallo il più lesto ad arrivare è Rossi Finarelli, il quale insacca per l'1 a 0.
Sembra il preludio per una facile vittoria, ma in realtà l'Acqua&Sapone mostra un piglio ben diverso dalla propria classifica deficitaria, e cerca di affacciarsi in attacco in particolare con un ispirato Musto. Anche i padroni di casa ci provano in diverse occasioni, tra le quali spicca un coast to coast di Alberico con conclusione bloccata da D'Amico. La prima frazione si chiude così con i viola in vantaggio per una rete.
Al rientro dagli spogliatoi è Petito a mettere la propria firma sul tabellino dei marcatori, con uno stop e tiro al volo sul quale non può nulla nemmeno un tentativo disperato di un difensore ospite.
Il 2 a 0 non incanala però la sfida nella direzione sambucetese, poiché i verdeoro ospiti, grazie a un doppio penalty, pervengono al pareggio. Al sesto minuto della ripresa Colantoni viene atterrato in area e, sul conseguente tiro dal dischetto, Del Gallo dimezza lo svantaggio degli ospiti. Al 77esimo è invece Corneli a stendere un giocatore dell'Acqua&Sapone: il direttore di gara Riccardo Marino dell'Aquila indica il dischetto per la seconda volta e sventola il rosso davanti all'esterno basso del Sambuceto. Dagli undici metri Del Gallo realizza la doppietta personale e riporta il punteggio in parità. Ancora una volta in inferiorità numerica, e sul 2 a 2, i ragazzi di Grillo tirano fuori il carattere che li sta contraddistinguendo in questo campionato e si apprestano a celebrare nuovamente la BucceZona. A tre minuti dal termine, infatti, il neo entrato Bucceroni se ne infischia dei "dettami" di Paganini e, a due settimane di distanza concede il bis nei minuti finali. All'87esimo, ottimamente servito da Di Nardo, l'attaccante viola si invola a tu per tu con il portiere ospite e lo fredda scolpendo il punteggio sul 3 a 2 finale. Il Sambuceto può così festeggiare il ritorno alla vittoria dopo ben sette turni di attesa, una vittoria fortemente voluta fino al triplice fischio nonostante l'inferiorità numerica. Sul fronte opposto, l'Acqua&Sapone torna a Montesilvano senza alcun punto, ma con la consapevolezza che la propria classifica attuale probabilmente non rispecchia appieno i valori espressi in campo.
Qui di seguito il tabellino dell'incontro:

SAMBUCETO CALCIO2000 CALCIO ACQUA&SAPONE -

SAMBUCETO CALCIO: D'Ettorre, Corneli, Alberico Battista, Silvaggi, Berardocco, Ciampoli (dal 23 st Spadaccini), Ciuffetti (dal 34 st Di Rito), Rossi Finarelli (19' st Bucceroni), Di Nardo, Petito.
A disposizione: D'Azzeo, Ursini, Zaccagnini, Camperchioli.
Allenatore: Gennaro Grillo.

2000 CALCIO ACQUA&SAPONE: D'Amico, Di Donato, Di Biase (43' pt Erasmi), Minutolo (7' st Corti), Buonafortuna, Piccioni, Musto, Colantoni, Del Gallo, Marrone, Palumbo (7' st Planamente).
A disposizione:Angelosante, Guardiani, Maiorani, Bardhi.
Allenatore: Giuseppe Naccarella

Arbitro: Riccardo Marino (L'Aquila); Marziani (Teramo) - Dell'Arciprete (Vasto)

Reti: 3' pt Rossi Finarelli (S), 4' st Petito (S), 6' st rig. e 32' st rig. Del Gallo (A&S), 42' st Bucceroni (S)

Ammoniti: Alberico e Ciampoli (S), Musto e Marrone (A&S)

Espulsi: Corneli per fallo in chiara azione da rete

domenica 1 novembre 2015

Il cuore oltre l'ostacolo: il Sambuceto mostra un carattere encomiabile e riesce ad acciuffare, pochi istanti prima del triplice fischio, il meritato pareggio contro il Cupello. Gli uomini di Grillo, per ben tre volte in svantaggio, e in inferiorità numerica, ottengono un punto al termine di una sfida ricca di emozioni. La squadra di Grillo, orfana del capitano Briosci infortunato, subisce il gol a freddo, dopo una manciata di minuti, da parte di D'Antonio. Il numero 7 ospite triangola in area con Zeytulayev e riesce a trafiggere Palena portando i suoi in vantaggio. La reazione dei viola è però veemente, e viene premiata esattamente 3 minuti dopo lo svantaggio; il cross di Di Nardo dalla sinistra trova Sablone pronto: il difensore prende la mira e piazza la palla sul secondo palo, fissando il punteggio sull'1 a 1. I padroni di casa provano allora a sfondare: al 30esimo Ciampoli lascia partire un ottimo traversone dalla destra ma Petito, per una questione di centimetri, non riesce ad arrivare alla deviazione vincente. Al 37esimo è Rossi Finarelli a girare di testa fuori un cross di Alberico. Due minuti dopo, seconda doccia fredda per il Sambuceto sempre a opera di D'Antonio, che riceve una palla dal fondo e riesce a insaccare per la seconda volta la porta avversaria da pochi metri. I padroni di casa, feriti nuovamente nell'orgoglio, si riportano a testa bassa nella metà campo ospite e, prima del duplice fischio dell'arbitro, trovano nuovamente il pareggio. A siglarlo è Petito, che alla seconda opportunità riesce a trasformare in oro un arcobaleno dalla fascia destra disegnato ancora una volta da Ciampoli. La zampata del numero 11 viola vale il 2 a 2 con il quale si chiude la prima frazione.
Nonostante i "fuochi pirotecnici" del primo tempo, nella ripresa il Sambuceto appare ancora più motivato alla ricerca dell'intera posta in palio. I ragazzi di Grillo ci provano ripetutamente sin dai primi minuti. All'ottavo della seconda frazione uno scatenato Ciampoli mette a sedere un avversario in area e serve sul secondo palo un cioccolatino per Rossi Finarelli. L'inzuccata dell'attaccante viola bacia però la base esterna del palo e si spegne fuori. Poco dopo è Di Nardo, servito dal neo entrato Bucceroni, a stoppare di destro e tirare di sinistro con la palla che esce di poco a lato alla destra di Tascione.
Nel momento del massimo sforzo per la formazione sambucetese giunge la terza "mazzata" psicologica di giornata da parte del Cupello. D'Antonio, il migliore dei suoi, si intrufola in area e cerca di aggirare Palena che lo stende nel tentativo di sottrargli il pallone. Per il direttore di gara, l'aquilano Valerio Pezzopane, non ci sono dubbi: calcio di rigore e rosso al portiere per la chiara occasione da rete. Dal dischetto si presenta Avvantaggiato, che trafigge il neo entrato De Melis, il quale riesce solamente a sfiorare la conclusione angolata alla sua destra. Con il terzo vantaggio del Cupello e l'uomo in più in campo, la partita pare quindi definitivamente indirizzata, ma gli ospiti devono fare ancora i conti con il carattere e la determinazione della squadra di Grillo. Sull'ultima punizione del match, infatti, Bucceroni, da poco ammonito per proteste, si presenta sulla sfera piazzata al limite dell'area. Il pubblico di casa trattiene il fiato per qualche istante, giusto il tempo di vedere la sfera scavalcare la barriera e insaccarsi alla destra di Tascione per il 3 a 3. Incontenibile la gioia dell'attaccante tornato a Sambuceto dopo la brillante stagione precedente e di tutti i suoi compagni. Nell'esultanza, Bucceroni sale anche sulla rete di protezione attorno al terreno di gioco per condividere la gioia del pareggio, e l'arbitro, fiscalissimo, gli sventola davanti agli occhi il secondo giallo. Non c'è più tempo però per alcuna azione, e la partita si chiude con un pareggio più che meritato da parte dei padroni di casa, ma raggiunto solamente nell'ultimo squillo del match. Qui di seguito il tabellino dell'incontro:

SAMBUCETO CALCIOCUPELLO 3-3

SAMBUCETO CALCIO: Palena, Alberico, Ursini (17' st Corneli), Sablone, Silvaggi, Battista, Ciampoli, Ciuffetti, Rossi Finarelli (19' st Bucceroni), Di Nardo (33' st De Melis), Petito.
A disposizione: Di Rito, Berardocco, Di Martile, Spadaccini.
Allenatore: Gennaro Grillo.

CUPELLO: Tascione, Antenucci, Nannini, Tucci, Martelli, Del Bonifro (19' st Maio, 47' st Persichitti), D'Antonio, Quintiliani, Zeytulayev (43' st Marchioli), Avvantaggiato, Berardi.
A disposizione: Marconato, Fiore, Monachetti, Bruno.
Allenatore: Di Francesco

Arbitro: Valerio Pezzopane (L'Aquila)

Reti: 18' e 39' pt D'Antonio (C), 21' pt Sablone (S), 45 pt Petito (S), 35' st rig. Avvantaggiato (C), 48' st Bucceroni (S).

Ammoniti: Sablone e Bucceroni (S), Antenucci e Quintiliani (C)

Espulsi: Palena (S) per fallo da ultimo uomo e Bucceroni (S) per doppia ammonizione

Sponsor

Powered by Blogger.

Sponsor

Popular Posts