domenica 21 febbraio 2016

Davide Silvaggi analizza il momento dei viola e guarda alle prossime sfide-salvezza contro Montorio 88 e Cupello: «Pensiamo a una partita per volta, ora concentrati su domenica»

Terzo anno a Sambuceto e fascia di capitano al braccio per uno dei baluardi della difesa viola. Questo il profilo del "roccioso" Davide Silvaggi, grinta ed esperienza al servizio della squadra.
Ed esperienza, per il capitano, significa prendere per mano la squadra e condurla verso la salvezza, anche in un campionato difficile e "nuovo" come quello dell'Eccellenza, e con i viola reduci da due sconfitte: «Stiamo vivendo un momento un po' negativo a causa dei due ko, ma siamo già proiettati verso le prossime sfide. È in questi momenti che bisogna essere ancora più uniti e cercare di conquistare questa salvezza il prima possibile».
Sui campi del massimo campionato regionale il Sambuceto è tornato dopo 22 anni, e con ogni probabilità, la "novità" dell'Eccellenza potrebbe essere alla base di alcune delle difficoltà riscontrate dalla squadra. Silvaggi ha però alle spalle già diverse partecipazioni nella quinta serie, con le maglie di Pineto, Roseto, Alba Adriatica e Atri, e può facilmente illustrare ai compagni quali siano le peculiarità di questo campionato: «In Eccellenza ci vuole molto sacrificio e grande attenzione in ogni partita. Anche quando si affronta l'ultima in classifica bisogna mantenere sempre altissima la concentrazione. Da difensore, posso dire che quest'anno ho avuto di fronte attaccanti di categoria, che al primo errore ti puniscono».
Il campionato, nei prossimi due turni, prevede una doppia sfida-salvezza per i ragazzi di mister Anzivino, con le sfide al Montorio 88 alla Cittadella dello Sport, prima della trasferta di Cupello: «Si tratta di due sfide molto importanti», spiega il capitano, «anche loro si giocano la salvezza come noi. Dal canto nostro, abbiamo intenzione di pensare a una partita alla volta, quindi al momento siamo proiettati esclusivamente alla sfida contro il Montorio. Da domenica sera inizieremo a dedicarci al resto».
Davide Silvaggi, infine, punta sulla "compattezza", già dimostrata dalla squadra anche negli anni precedenti, e che ha sempre portato al raggiungimento dei traguardi più ambiziosi da parte dei viola: «Uniamo lo spogliatoio insieme al mister e alla società. Dispiace per questo momento nel quale i risultati non stanno arrivando, ma se restiamo uniti e affrontiamo le partite con la convinzione che ogni volta possiamo prendere i tre punti, sono convinto che tutti insieme ce la faremo».

giovedì 11 febbraio 2016

La Val di Sangro ottiene il massimo della posta con il minimo sforzo alla Cittadella dello Sport. La rete di Molino consente infatti agli ospiti di conquistare i tre punti contro il Sambuceto. I viola pagano una partita sottotono nella parte centrale del primo tempo, anche se il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, soprattutto per le occasioni create nella seconda frazione dalla squadra di Anzivino.
La prima azione del match è di marca ospite con Molino che al sesto controlla e tira da fuori area, con la palla che termina di poco fuori. Al 14esimo il Sambuceto si rende molto pericoloso con Petito che, a tu per tu col portiere, prova ad anticiparlo con uno "scavino" ma la palla sfiora solamente il palo alla destra di Trivilino.
Al 27esimo l'evento che decide l'incontro: Molino si esibisce in un'ottima azione personale e riesce a scartare ben tre avversari, prima di presentarsi al cospetto di D'Ettorre e superarlo con un tocco rasoterra per lo 0 a 1. Le squadre raggiungono poi gli spogliatoi senza ulteriori sussulti di rilievo.
La seconda frazione si apre con la rete annullata a Gialloreto per un presunto fuorigioco sugli sviluppi di un calcio d'angolo: l'annullamento da parte del direttore di gara lascia per qualche dubbio da parte della squadra di casa. Al 57esimo Alberico si invola sulla destra ma il suo tiro fornisce agli spettatori solamente l'illusione del gol, dato che il pallone calciato dall'esterno viola finisce sull'esterno della rete. Al minuto 71 è invece Trivilino a superarsi sull'ottima conclusione dal limite del neo entrato De Matteis. A otto minuti dal termine, ancora Sambuceto pericolosissimo con De Matteis che chiama nuovamente Trivilino al grande intervento. Sulla respinta il più lesto è Beniamino, che calcia nuovamente verso lo specchio quasi a botta sicura, ma la palla viene deviata sulla linea da un difensore ospite. Nel recupero, un bel "arcobaleno" disegnato da Alberico dalla destra non trova la deviazione vincente di testa né di Zaccagnini né di De Matteis. L'incontro si chiude così sullo 0 a 1 in favore degli uomini di Giannico, e con i ragazzi di Anzivino costretti allo stop dopo il blitz esterno di Celano di mercoledì scorso. Qui di seguito il tabellino dell'incontro:

SAMBUCETO CALCIOVAL DI SANGRO 0-1

SAMBUCETO CALCIO: D'Ettorre, Corneli (19' st Zaccagnini), Alberico, Gialloreto, Silvaggi, Ciuffetti, Bucceroni (12' st De Matteis), Beniamino, Petito, Battista, Rossodivita (1' st Mainella).
A disposizione: Rybel, Di Rito, Proterra, Barbacane.
Allenatore: Donato Anzivino.

VAL DI SANGRO: Trivilino, Tano, Pili, Tucci, Flocco, Di Deo, Cigliano (43' st Spinelli), Carafa (24' st Crognale), Molino, Verna, Diompy.
A disposizione: Cericola, Rossetti, Di Giulio, Staniscia, Giannico.
Allenatore: Ettore Giannico

Arbitro: Roberto D'Amore (Sulmona)

Reti: 27' pt Molino (VdS)

Ammoniti: Battista (S)
Sambuceto e Capistrello si dividono la posta in palio nell'incontro del campionato di Eccellenza. I padroni di casa giocano un ottimo primo tempo, ma nella seconda frazione gli aquilani si rifanno sotto e riescono a ribaltare il vantaggio, prima del colpo di coda di Mainella e di ben due tentativi che solamente grazie alla bravura della difesa ospite non regalano la prima vittoria alla squadra di Anzivino. Nella prima frazione i viola stazionano stabilmente nella metà campo ospite, ma la prima vera occasione giunge intorno alla mezz'ora, con De Matteis che di piatto sfiora il palo alla destra di Croce sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Cinque minuti dopo i padroni di casa passano con Petito, che come un rapace si fionda per primo su una corta respinta della difesa e porta in vantaggio il Sambuceto. La rete subita provoca la reazione degli ospiti, che due minuti dopo chiamano D'Ettorre all'intervento prodigioso: tiro a giro di Lepre dall'incrocio dell'area e il portiere viola si esibisce in una splendida parata a deviare in angolo la sfera indirizzata nel sette alla sua destra. La prima frazione si chiude con un'incursione personale di Bucceroni che scarta alcuni avversari, giunge sul fondo, ma il suo tiro si spegne alto sulla traversa.
Nella ripresa la musica cambia, e il Capistrello recupera il "terreno" ceduto agli avversari nei primi 45 minuti di gioco. Dopo una rovesciata acrobatica di Petito in area deviata dalla difesa, gli ospiti giungono al pareggio al 61esimo, con una deviazione sottomisura di Di Gaetano, che anticipa D'Ettorre e sigla l'1 a 1. La reazione dei ragazzi di Anzivino si concretizza nel bel tiro al volo del neo entrato Proterra: la sfera si abbassa pericolosamente ma si spegne alta sulla trasversale alle spalle di Croce. A sei minuti dalla fine il Capistrello passa in vantaggio: Edoardo De Meis lascia partire un tiro imprendibile da dentro l'area che si insacca nei pressi dell'incrocio alla destra del portiere viola e porta in vantaggio i suoi per 2 reti a 1. Il ribaltamento del risultato del primo tempo provoca però la rabbiosa reazione dei padroni di casa, apparsi sottotono nella prima parte del secondo tempo. Il primo a provare a riequilibrare le sorti del match è Petito, che si aggiusta la palla di destro e tira di sinistro mandando la palla di poco alta. Nel secondo minuto di recupero è però Mainella a centrare il bersaglio grosso. L'attaccante ex Borrello batte una punizione da circa 20 metri di sinistro e la traiettoria della palla, leggermente deviata, si conclude alla destra alle spalle dell'incolpevole portiere ospite. Raggiunto il pareggio, il Sambuceto negli ultimi due minuti cerca di portare a casa la vittoria, sfiorandola in ben due occasioni. Silvaggi, da calcio d'angolo, impatta il pallone di testa e solamente un miracolo in corner di Croce evita il 3 a 2 dei viola. Sul successivo tiro dalla bandierina è Proterra a provarci con una botta dal limite, ma la sfera viene deviata dalla difesa ospite prima del triplice fischio del direttore di gara. Termina così l'incontro con un pareggio tutto sommato giusto per il pallino del match suddiviso tra le due squadre nelle due frazioni di gioco. Contando invece le sole occasioni da rete, il Sambuceto avrebbe certamente meritato qualcosa in più, ma il Capistrello si è rivelata comunque una formazione arcigna. Qui di seguito il tabellino dell'incontro:

SAMBUCETO CALCIOCAPISTRELLO 2-2

SAMBUCETO CALCIO: D'Ettorre, Corneli, Alberico, Gialloreto, Silvaggi, Ciffetti (22' st Proterra), Bucceroni (27' st Mainella), Beniamino, Petito, Battista (40' st Zaccagnini), De Matteis.
A disposizione: Rybel, Di Rito, Di Martile, Rossodivita.
Allenatore: Donato Anzivino.

CAPISTRELLO: Croce, D'Orazio (28' st Fabiani), Venditti D., Miocchi (12' st Palleschi), De Meis L., Di Fabio, Di Gaetano, Franchi, Lepre, De Meis E., Salatiello (37' st Fantauzzi).
A disposizione: Salustri, Di Mattia, Venditti L., Persia.
Allenatore: Torti

Arbitro: Guido Verrocchi (Sulmona)

Reti: 35' pt Petito (S), 16' st Di Gaetano (C), 39' st De Meis Edoardo (C), 47' st Mainella (S)
De Meis Edoardo
Ammoniti: Alberico, Ciuffetti, Battista (S), D'Orazio, Miocchi, De Meis L., Salatiello (C)

Sponsor

Powered by Blogger.

Sponsor

Popular Posts